Archivio Autori: La Nuova Briantea

Da martedì riaprono quattro uffici postali

Poste
A partire dal 14 aprile tornano operativi quattro uffici postali della provincia di Lecco, il cui orario di apertura al pubblico è stato temporaneamente rimodulato nelle ultime settimane in ottemperanza ai provvedimenti governativi in materia di contenimento del virus e distanziamento interpersonale.

Il dettaglio degli uffici postali che riapriranno:

Lecco 1 via Belvedere 53 martedì / giovedì / sabato
Lecco 3 corso Matteotti 58 lunedì / mercoledì / venerdì
Beverate via Prinetti 16/A lunedì / mercoledì / venerdì
Sala al Barro via Staurenghi 8 lunedì / mercoledì / venerdì

Poste Italiane, anche nell’attuale fase di emergenza, ha continuato a garantire a tutti i cittadini i propri servizi mettendo in atto un ampio sforzo organizzativo e logistico, reso possibile anche grazie alla preziosa collaborazione delle Istituzioni Locali.
La riapertura degli uffici postali della provincia di Lecco è stata possibile anche grazie all’adozione di idonee misure di sicurezza come, ad esempio, l’installazione di pannelli schermanti in plexiglass e il posizionamento di strisce di sicurezza che garantiscano il mantenimento della distanza interpersonale di almeno un metro, nonché di accurate procedure di sanificazione delle sedi realizzate a tutela della salute di dipendenti e cittadini.
Poste Italiane invita i cittadini ad entrare negli uffici postali esclusivamente per compiere operazioni essenziali e indifferibili e ove possibile, dotati di misure di protezione personale come guanti e mascherina mantenendo obbligatoriamente le distanze di sicurezza, all’esterno e all’interno dei locali.
Ulteriori informazioni sulle aperture e sulle disponibilità orarie degli Uffici Postali sono reperibili sul sito internet www.poste.it.

Civate: aggiornamenti coronavirus 10 aprile

Il Sindaco di Civate Angelo Isella particolarmente addolorato comunica che purtroppo nella giornata di ieri, a causa di complicanze legate all’infezione da Covid-19, è venuta a mancare una concittadina civatese. Il Sindaco, insieme a tutta l’Amministrazione Comunale, esprime la sua vicinanza ai famigliari e porge le più sentite condoglianze.
Di seguito gli aggiornamenti ricevuti in merito all’emergenza Coronavirus.
– 23 casi di positività al test da Covid-19 sul territorio di Civate di cui:
– 5 positivi a domicilio (alcuni in attesa di tampone negativo);
– 7 persone guarite;
– 5 persone in ospedale;
– 6 deceduti;
– 29 persone in quarantena
Il Sindaco ribadisce e invita nuovamente la cittadinanza al rispetto delle regole, per tutelare se stessi e proteggere gli altri.
Per limitare il contagio è fondamentale RESTARE A CASA, uscendo SOLO per motivi di comprovata necessità.
Comune Civate

State a casa è l’invito del sindaco di Mandello del Lario

Riccardo Fasoli sindaco Mandello
“State a casa” è l’invito del sindaco di Mandello del Lario, Riccardo Fasoli, che nel bollettino di oggi 10 aprile scrive:
In questo fine settimana state a casa e non riunitevi con i parenti. Molti sono i casi di asintomatici o sintomatici lievi che potrebbero diffondere il virus e farlo arrivare ai famigliari più fragili. Fate attenzione, per voi, i vostri cari e per la comunità. Non cercate cavilli per uscire di casa ma fate il possibile per non sfruttare i pochi spazi che le ordinanze permettono. Se usciamo tutti di casa a 200 metri dalla nostra abitazione, avremmo tutto il centro paese in strada. State a casa. Una passeggiata fuori casa non vale la perdita di un proprio caro senza potergli stare accanto e senza un degno funerale.
I casi di coronavirus a Mandello sono ancora ufficialmente 30. 4 in ospedale e sei i guariti ufficialmente. Troviamo un momento per una preghiera per chi lotta e rispettiamo le indicazioni che continuamente ci vengono date. Purtroppo, 9 sono i deceduti ad esso collegati, un pensiero a loro, alle loro famiglie. Non pensiamo che il problema sia passato.
Consegna a domicilio. Sul sito comunale Home News Comunicazioni del Sindaco sul coronavirusInformazioni, oltre alle attività alimentari già segnalate, trovate il riferimento all’iniziativa @mandelloadomicilio con le altre attività che hanno attivato il servizio di consegna a domicilio
Bonus spesa. Sono pubblicati sul sito comunale metodologia e modulo per la richiesta. Si invita ad inoltrarla via mail all’indirizzo emergenzacovidmandello@gmail.com e solo se si è impossibilitati al numero 331-9403330 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12.
Cimitero. Sabato, in occasione della santa Pasqua, grazie alla donazione e all’impegno di un nostro concittadino, sarà deposto un fiore su ogni tomba nei nostri tre cimiteri.

Una colomba pasquale agli infermieri dei Centri Covid

Cpa - Ferrari3 Flavio
Una colomba pasquale agli infermieri dei Centri Covid. Iniziativa di Cancro Primo Aiuto per l’emergenza coronavirus. Inoltre, è in partenza dalla Cina un carico di dispositivi di protezione per medici e infermieri per gli ospedali brianzoli, mentre al San Gerardo di Monza è stata destinata una psicologa in più per i malati oncologici
L’Associazione Cancro Primo Aiuto ha deciso di donare una colomba pasquale a tutti gli infermieri dei Centri Covid delle strutture sanitarie lombarde con cui collabora da anni. Nei prossimi giorni verranno distribuite negli ospedali delle province di Bergamo, Brescia, Cremona, Lecco, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio e Varese. Saranno oltre 10.000 gli infermieri che la riceveranno.
“Premesso che anche i malati oncologici sono stati colpiti in vario modo dal Covid-19 e stiamo tenendo monitorata la situazione – ha dichiarato Flavio Ferrari, amministratore delegato di Cancro Primo Aiuto – ci siamo anche chiesti cosa potevamo fare di fronte a questa emergenza straordinaria. Molti dei nostri soci sono intervenuti anche con sostanziosi contributi economici in aiuto agli ospedali, per acquistare le strumentazioni necessarie; ma abbiamo pensato che fosse doveroso anche dare un riconoscimento, che è anche segno di ringraziamento e incoraggiamento, agli infermieri che instancabilmente stanno assistendo i molti pazienti affetti da coronavirus”.
Così si è deciso di donare a ciascuno degli infermieri dei Centri Covid una colomba pasquale. L’operazione è stata possibile grazie alla generosità del Gruppo Tigros e del suo amministratore delegato Mariaveronica Orrigoni, del gruppo Iperal e del suo presidente Antonio Tirelli, membro del Consiglio di amministrazione di Cancro Primo Aiuto, e alla sensibilità di Nicola Caloni, vicepresidente dell’associazione, titolare della Caloni Trasporti che si occuperà della distribuzione delle colombe negli ospedali.
Inoltre, burocrazia permettendo, nei prossimi giorni dovrebbe partire dalla Cina un carico di dispositivi di protezione per medici e infermieri che sarà destinato agli ospedali brianzoli.
Ma l’azione di Cancro Primo Aiuto si è concretizzata direttamente anche verso i malati oncologici per i quali l’avvento del coronavirus ha significato ulteriori preoccupazioni e paure. Da qui l’invio nei giorni scorsi di una psicologa all’Ospedale San Gerardo di Monza per affiancare i malati di cancro, per contenere il distress così da prevenire l’insorgenza di condizioni di disagio e malessere psicologico.

I positivi al coronavirus tornano a crescere: 50 casi il 9 aprile

E’ stata tutta un’illusione. I dati dei positivi in provincia di Lecco tornano a crescere e raddoppiano quelli di eri passando da 24 infetti a 50 nella giornata di oggi. Il triplo di martedì quando erano stati solo 19.
Il totale dei contagiati in provincia di Lecco è di 1.805 persone.
A Como ieri ci sono stati altri 63 positivi, a Varese 143.
Complessivamente in Lombardia sono 54.802.
Oltre 10.000 i morti in Lombardia.
coronavirus 9 aprile

Coronavirus si passa da 19 positivi di ieri a 24 di oggi 8 aprile

I numeri parlano di una curva ferma ma la crescita, minima, c’è ancora. Dai nuovi 19 casi di positivi rilevati ieri 7 aprile, oggi (8 aprile) sono stati 24 con una minima crescita che racconta di come la fine sia ancora lontana. Si vede una luce in fondo al tunnel.
Nel fine settimana con il week-end di Pasqua e Pasquetta il rischio è che i numeri tornino a crescere visto che non sarà facile tenere la gente in casa.
Sono complessivamente 1.755 i positivi in provincia di Lecco.
Coronavirus 8 aprile

Aggiornamento dati coronavirus di oggi 7 aprile

Altri 19 nuovi casi di positivi al coronavirus nella giornata di oggi 7 aprile, in provincia di Lecco, dati positivi ma che non vanno letti come la fine dell’emergenza anche perché la strada è ancora molto lunga. A Como sono 52 i nuovi casi della giornata e a Brescia 117.
Dati_Contagi_07041
Altro giorno di emergenza coronavirus in Italia. La Protezione Civile ha diffuso i dati di oggi 7 aprile: le persone positive al coronavirus sono 94.067, con un incremento di 880 rispetto a lunedì. Il numero complessivo delle persone che hanno contratto l’infezione nel nostro Paese, compresi vittime e guariti, è di 135.586 (+3.039).
Le vittime sono 17,127 (+604, mentre il precedente incremento era stato di 636 unità).
I positivi al coronavirus in Italia
Dai dati diffusi dalla Protezione Civile emerge che ci sono 28.343 positivi in Lombardia, 13.048 in Emilia Romagna, 10.704 in Piemonte, 9.965 in Veneto, 5.427 in Toscana, 3.738 nelle Marche, 3.365 nel Lazio , 3.212 in Liguria, 2.765 in Campania, 2.137 in Puglia, 1.890 a Trento, 1.859 in Sicilia, 1.379 in Friuli Venezia Giulia, 1.301 in provincia di Bolzano, 1.491 in Abruzzo, 846 in Umbria, 593 in Valle d’Aosta, 821 in Sardegna, 733 in Calabria, 185 in Molise, 265 in Basilicata.
Le vittime del coronavirus in Italia
Si registrano 9.484 decessi in Lombardia, 2.180 in Emilia Romagna, 1.319 in Piemonte, 695 in Veneto, 630 nelle Marche, 620 in Liguria, 369 in Toscana, 238 nel Lazio, 216 in Campania, 244 a Trento, 209 in Puglia, 164 in Friuli Venezia Giulia, 174 in provincia di Bolzano, 172 in Abruzzo, 49 in Umbria, 100 in Valle d’Aosta, 60 in Calabria, 52 in Sardegna, 14 in Basilica, 13 in Molise.

1 2 3 4 163