Archivio Categorie: Turismo

Presentato in Regione a Lecco il consorzio Brianza che nutre

savethedate_brianzachenutre_9aprile2015
Presentato, giovedì 9 aprile, nella sede territoriale della Regione a Lecco, il consorzio “Brianza che nutre”, il progetto realizzato con il cofinanziamento di Regione Lombardia
e Camera di Commercio di Lecco, e dalla consapevolezza che la Brianza rappresenta un territorio strategico tra l’area metropolitana milanese e quella prealpina e lacustre. Ricchezza di siti ad alto valore artistico e culturale che uniti alla forte presenza di un tessuto produttivo e imprenditoriale fanno della Brianza un soggetto ad alto potenziale, non solo in relazione all’imminente Expo.
Logo è un diamante dalla forma eptagonale, con quattordici sfaccettature a rappresentare: tradizione, natura, storia, arte, religione, enologia, gastronomia, artigianato, high-tech, musica, boutique, benessere, ospitalità, sport. Ognuna di esse, con la propria peculiarità, è parte di un prezioso gioiello: la Brianza.
Il consorzio nasce per integrare e valorizzare i caratteri storici, sociali, culturali, ambientali ed economici.
Lo scopo principale è creare una rete virtuosa di eccellenze distribuite sul territorio brianzolo.
Hanno già aderito numerose realtà tra aziende, artigiani e scuole.
Al tavolo dei relatori durante la presentazione c’erano: Rosadele Galbiati presidente del consorzio, Marcello Pirovano product manager, Mara Kessler della Camera di Commercio di Lecco e Gaetano Besana capofila del Consorzio.
Dal calendario di eventi in programma, “Brianza che nutre” propone il corso della
durata di due giorni sul tema Lca, acronimo di Life cycle assessment, metodo scientifico, riconosciuto a livello mondiale che permette di valutare l’impatto ambientale dei prodotti e dei servizi, dalla acquisizione delle materie prime a fine vita. Il corso si terrà nella sala convegni della Banca di credito cooperativo dell’Alta Brianza in via Lazzaretto a Oggiono.
Per informazioni info@brianzachenutre.com, il recapito telefonico è 331/4578374.

Sabato 11 aprile la Proloco presenta la nuova stagione del Vago Eupili

11aprile-1-212x300
Vita e gesta dell’abate Giuseppe Parini, sabato 12 aprile, saranno al centro della visita alla sua abitazione. Ad organizzare il percorso guidato è la Proloco.
Alle 20.30 la cena settecentesca al centro studi pariniano di via Appiani, e a seguire la presentazione della stagione turistica e la proiezione di immagini “Dieci anni di econavigazione”.
Alle 22 con il concerto dei “Jazz quartet”.

Anticipo di Expo a Lecco fino al 6 aprile

stand 1
“Aspettando Expo: le eccellenze lombarde”. Dall’1 al 6 aprile in piazza Garibaldi a Lecco gli stand con i prodotti tipici della Lombardia e di altre regioni.
La rassegna è organizzata dall’associazione “Notér de Bèrghèm” in collaborazione con il Comune di Lecco e Confesercenti. Salumi, formaggi, dolci, miele, vini e tanto altro per deliziare il palato.
stand 2
Foto by lanuovabriantea

A Bosisio una cena settecentesca

La Proloco di Bosisio organizza per l’11 aprile al centro studi pariniani di via Appiani, una cena con menù settecentesco:affettati misti, riso alla zucca, frittata alla salvia, e “berzeghitt”.
Il costo di partecipazione è di 5 euro per gli adulti, e di 2 euro per i bambini.
E’ obbligatoria la prenotazione scrivendo a: chiara.prolocobosisio@gmail.com, oppure telefonare al 366/7484033 o al 338/1394577.

Quando le stazioni erano fiorite. Mostra a Varenna

varennaturismo_concorso_stazioni_fiorite-700x508
“Quando le stazioni erano fiorite”. Una carrellata di immagini dai primi del 1900 agli anni Trenta, dedicate al concorso allora indetto dal Touring club italiano.
La mostra è allestita a Varenna, nella sala polifunzionale Rosa e Marco De Marchi, e può essere visitata fino al 26 aprile.
Entrata libera.
Aperta il 4 e 11 aprile dalle 15 alle 18.
Sabato 18 e 25 aprile e tutte le domeniche dalle 10 alle 12.30 e dalle 15 alle 18. Lunedì 6 aprile dalle 10 alle 12.30 e dalle 14 alle 18.

Carnevale di primavera: a Erba si festeggia il 18 aprile

costume_carnevale
Fervono i preparativi per il carnevale di Erba, che quest’anno è stato rimandato da febbraio al 18 aprile, a causa del maltempo. Già in passato il carnevale erbese era stato rimandato, ed era stato posticipato a giugno. Quest’anno si recupera il 18 aprile, ed in caso di pioggia si farà il giorno dopo, 19 aprile.
(Foto da internet)

Finanziato l’itinerario cicloturistico dell’Adda

ciclabile

Nell’ambito del bando di Fondazione Cariplo “Brezza: piste cicloturistiche connesse a Vento (Venezia-Torino)” è stato finanziato con 134.200 euro il progetto denominato “Itinerario cicloturistico Adda”, che vede la Provincia di Lecco ente capofila e come partner le Province di Sondrio, Monza e Brianza, Milano, Lodi e Cremona, il Politecnico di Milano – Dipartimento di Architettura e Studi Urbani e Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale.
Il progetto consiste in uno studio di fattibilità sull’intero tratto, circa 250 km di itinerario, e prevede un complessivo impegno economico di 215.000,00 euro.
La quota, al netto del cofinanziamento Cariplo, sarà sostenuta dagli enti partecipanti con il lavoro prestato direttamente dal personale strutturato. Nei prossimi 15 mesi sarà sviluppato quindi uno studio di fattibilità per promuovere e valorizzare gli elementi di interesse presenti sul territorio attraversato dall’Itinerario e, in particolare, verrà analizzato lo stato di fatto del percorso e verrà elaborata una proposta strategica attraverso un approfondimento tecnico, urbanistico ed economico con il coinvolgimento degli enti interessati e degli stakeholder.
L’analisi tecnica, a completamento dello studio di fattibilità, dovrà portare alla restituzione planimetrica dell’area dell’itinerario ciclabile nel suo stato di fatto, alla rilevazione dello stato dell’arte dei percorsi ciclabili esistenti e alla rappresentazione delle aree coinvolte nel progetto, oltre alla definizione di best practice a basso impatto ambientale per favorire lo sviluppo della mobilità ciclabile.
L’itinerario cicloturistico dell’Adda si sviluppa per 250 km lungo l’omonimo fiume e la costa orientale del lago di Como, da Bormio fino alla dorsale cicloturistica “Vento” (Venezia-Torino), in prossimità del Po. Partendo dalla Valtellina, tra Bormio e Colico, si snoda fino a Lecco, lungo la costa orientale del lago, valorizzando il suggestivo paesaggio lacuale, per giungere all’ultima parte dell’itinerario, che interessa l’Adda sublacuale con le numerose risorse paesistico culturali che riflettono il molteplice ruolo che il fiume ha avuto nei secoli.
L’obiettivo del progetto è il completamento e la valorizzazione di una dorsale cicloturistica che si sviluppa lungo l’Adda e il lago di Como, consentendo di connettere “Vento” agli itinerari ciclabili della vicina Svizzera, sviluppando l’attrattività del territorio attraverso la rivalutazione delle varie risorse storico culturali, paesistico ambientali e delle attrezzature turistiche.
Fonte www.provincia.lecco.it

Varenna: riapre villa Monastero e festeggia l’8 marzo

villa monastero

Riapre villa Monastero a Varenna.
E’ possibile visitare il giardino botanico tutti i giorni dalle 9.30 alle 19. La Casa museo sarà aperta a marzo il venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 9.30 alle 19 da aprile a luglio, da settembre a ottobre il giovedì dalle 12 alle 19, venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 9.30 alle 19, ad agosto aprirà tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.
Il costo dei biglietti è rimasto inalterato rispetto allo scorso anno: 5 euro per la visita del giardino botanico, 8 euro per il giardino botanico e la Casa museo. Sono stati confermati gli sconti e le agevolazioni per famiglie e giovani: i ragazzi fino ai 13 anni potranno entrare gratuitamente, mentre per la fascia dai 14 ai 18 anni e gli studenti dai 18 ai 24 anni è previsto un biglietto di ingresso scontato (4 euro per la visita del giardino botanico e della Casa museo, 2 euro per la visita solo del giardino botanico).
Domenica 8 marzo: in occasione della festa della donna, tutte le donne porranno visitare gratuitamente il giardino botanico e la Casa museo. Verrà organizzata anche una visita guidata alle 15, per un massimo di 30 persone, durante la quale verranno ripercorse le vicende dell’ultima proprietaria di villa Monastero, Rosa Curioni De Marchi, che lasciò la villa per il pubblico utilizzo e donò buona parte dei suoi beni ad associazioni benefiche. Per informazioni: 0341.295323.

1 56 57 58