Archivio Categorie: Notizie

Aperto al traffico il nuovo cavalcavia lungo la via comunale di Isella

2
Oggi, 10 agosto, Anas (Gruppo FS Italiane) ha aperto al traffico il nuovo cavalcavia lungo la via comunale di Isella, nel territorio comunale di Civate, in sovrappasso alla strada statale 36 “del Lago di Como e dello Spluga” al km 44,400.
La nuova opera è stata realizzata da Anas, soggetto attuatore incaricato dal MIT nel maggio del 2017, dopo la demolizione del vecchio cavalcavia, provvedimento reso necessario a seguito di ispezioni e indagini tecniche che hanno riscontrato un degrado dell’intera struttura.
Il cavalcavia di Civate – Isella fu costruito dalla Provincia di Como (progetto originario del 1969) a tre campate in semplice appoggio in cemento armato precompresso. La sezione trasversale era costituita da 5 travi in cemento armato alte 90 centimetri e da una soletta superiore dello spessore di 16 centimetri. Il manufatto, affetto da gravi problematiche strutturali, non risultava più adeguato alle attuali previsioni normative. Anas ha provveduto così alle attività di progettazione e di realizzazione della nuova opera.
Il nuovo ponte ha una larghezza del piano viabile di 8,50 metri con un franco utile aumentato da 4,45 a 5,20 metri. È costituito da una campata unica di 50 metri con l’eliminazione delle tre pile intermedie originarie e dello scatolare. Inoltre, è stata realizzata una pista ciclopedonale di larghezza pari a 2,5 metri a sbalzo oltre alla trave longitudinale lato Milano.
L’importo complessivo dell’investimento è di oltre 3,2 milioni di euro.
La consegna effettiva dei lavori con apertura del cantiere è avvenuta a febbraio 2019 all’impresa Preve Costruzioni S.p.A. con sede a Roccavione (CN).  I lavori sono stati completati a fine luglio scorso per una durata complessiva di 528 giorni compreso anche il periodo di fermo cantiere per la nota emergenza sanitaria da Covid-19.
La nuova infrastruttura sarà gestita secondo un Disciplinare siglato dalla struttura territoriale Anas della Lombardia e dall’Amministrazione comunale di Civate. In qualità di Ente gestore della statale 36 Anas provvederà alla manutenzione ordinaria e straordinaria della parte strutturale dell’opera d’arte, ossia delle fondazioni, spalle, muri e appoggi, nonché delle barriere stradali e pannellature anti lancio. Il Comune di Civate avrà invece la competenza, come Ente gestore della via comunale Isella, della manutenzione ordinaria e straordinaria della pavimentazione stradale e della pista ciclopedonale, dell’impermeabilizzazione della soletta, dei giunti di dilatazione, degli impianti di illuminazione e videosorveglianza, della segnaletica orizzontale e verticale, comprese le rampe di collegamento al cavalcavia.
Foto e comunicato da ufficio stampa Anas
3
4
5

Dieci consigli per combattere il caldo

sole
È possibile prevenire e affrontare i pericoli del caldo eccessivo. Ecco alcuni consigli e riferimenti utili per trascorrere l’estate in salute.
Si tratta di indicazioni valide per tutti, rivolte in particolare alle persone anziane, ai disabili e ai bambini, che per le loro condizioni fisiche, sono più esposti ai disturbi provocati dalle temperature eccessive. Il caldo è un pericolo se la temperatura esterna supera i 32-35 gradi, l’alta umidità impedisce la regolare sudorazione e la temperatura in casa è superiore a quella esterna (locali poco ventilati, tetti e solai non bene isolati…).
Queste le “10 regole d’oro per un’estate in salute”:
1.ricordati di bere spesso e, comunque, non meno di un litro/un litro e mezzo al giorno di acqua;
2.evita di uscire e di svolgere attività fisica nelle ore più calde del giorno (dalle 11 alle 17);
3.apri le finestre dell’abitazione al mattino e abbassa le tapparelle o socchiudi le imposte;
4.rinfresca l’ambiente in cui soggiorni;
5.ricordati di coprirti quando passi da un ambiente molto caldo a uno con aria condizionata;
6.quando esci, proteggiti con cappellino e occhiali scuri; in auto, accendi il climatizzatore (se disponibile) e, in ogni caso, usa le tendine parasole, specialmente nelle ore centrali della giornata;
7.indossa indumenti chiari, non aderenti, di fibre naturali come ad esempio lino e cotone; evita le fibre sintetiche che impediscono la traspirazione e possono provocare irritazioni, pruriti e arrossamenti;
8.bagnati subito con acqua fresca in caso di mal di testa provocato da un colpo di sole o di calore, in modo da abbassare la temperatura corporea;
9.consulta il medico se soffri di pressione alta (ipertensione arteriosa) e non interrompere o sostituire la terapia di tua iniziativa;
10.non assumere regolarmente integratori salini senza consultare il tuo medico curante.
I soggetti a rischio sono anche tutti coloro che non sono autonomi nelle comuni attività quotidiane, per problemi legati alle capacità di movimento e/o alle capacità cognitive. La rete sociale riveste in queste occasioni una grande importanza. Se nel vostro palazzo, cortile, frazione ci sono persone che vivono sole, senza parenti, è bene stabilire con loro visite periodiche e contatti quotidiani per capire come stanno, aiutarle ad affrontare le necessità di tutti i giorni e offrendo loro un po’ di compagnia.
Per emergenze (numeri verdi gratuiti, sia da telefono fisso che da cellulare) è possibile contattare l’AUSER Filo d’argento al numero 800 995 988, attivo da lunedì a venerdì dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18; Anteas Lecco all’800 987 761 o allo 0341 1880777; il Call center di Regione Lombardia all’800 318 318. Inoltre è possibile rivolgersi ai Servizi Integrati per la Domiciliarità (SID) di corso Monte Santo 12 (rione San Giovanni) al numero telefonico 0341 481542.
Inoltre ricordo l’iniziativa di Ferderfarma (la Federazione nazionale unitaria dei Titolari di farmacie), che anche quest’anno prevede la consegna gratuita dei farmaci a domicilio per casi non urgenti, riservata esclusivamente alle persone che sono impossibilitate a recarsi in farmacia, per disabilità o gravi malattie, e non possono delegare altri soggetti (numero verde 800 189 521, attivo nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17.30). Sul sito www.federfarma.lecco.it potete consultare anche l’elenco delle farmacie aperte e di turno di Lecco e provincia.
Fonte Newsletter del sindaco Virginio Brivio del 24 luglio

Dal 15 giugno l’ufficio postale di Bosisio riapre tutti i giorni

Poste
Da lunedì 15 giugno riaprono tutti i giorni, dal lunedì al sabato, gli uffici postali di Bosisio Parini, Cernusco Lombardone, Cremella e Pescate. Gli uffici, che durante il periodo di lockdown hanno continuato a garantire l’accesso ai servizi con un’apertura ridotta, tornano ad essere pienamente operativi al fine di consentire il regolare svolgimento delle operazioni sia postali sia finanziarie.
La riapertura degli uffici postali già a partire dalla fine del mese di marzo è stata possibile anche grazie all’adozione di idonee misure di sicurezza quali l’installazione di pannelli schermanti in plexiglass negli uffici postali con il bancone aperto, il posizionamento di strisce di sicurezza per il distanziamento e accurate procedure di sanificazione delle sedi realizzate a tutela della salute di dipendenti e cittadini. Il personale che opera allo sportello e in sala consulenza è stato dotato sin da subito di mascherine, guanti e gel disinfettante.
L’accesso agli uffici postali oggi avviene in modo che all’interno dell’ufficio ci siano tante persone quanti sono gli sportelli disponibili.
Poste Italiane ricorda inoltre la possibilità di utilizzare il canale online tramite il sito di poste www.poste.it, dove si possono effettuare tutte le operazioni finanziarie e postali.

Como-Lecco: impenna la spesa alimentare a +6,1%, record per le botteghe. Made in Lario è strategico

lecco_duomo_campanile
COMO-LECCO – Si spende solo per mangiare con gli acquisti di prodotti alimentari che sono aumentati del 6,1% ad aprile in controtendenza al crollo generale fatto registrare dal commercio. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti in riferimento ai dati Istat sul commercio al dettaglio nel mese di aprile. Le vendite di prodotti alimentari aumentano in tutte le tipologie di dettaglio dalla grande distribuzione (+6,9%) ai discount (+9,3%) fino alle piccole botteghe alimentari che fanno segnare il record dell’11,2%. Dati che si rispecchiano sul territorio lariano, con un aumento pari a quasi il doppio della media per il cibo, dovuto alla ricerca nel momento degli acquisti del rapporto personale di fiducia maggiormente garantito nei piccoli negozi in un momento di grande incertezza ma anche alla necessità di evitare lunghi spostamenti per rispettare le misure di sicurezza imposte e ridurre i rischi.
Una “fidelizzazione” che è stata evidente, nelle settimane del lockdown anche nei confronti delle imprese della rete di Campagna Amica, che si sono mobilitate per garantire le consegne dei loro prodotti a domicilio, e che si riflette in questa settimane nel ritorno di produttori e consumatori negli AgriMercati del territorio, riaperti dopo la fase di emergenza. A Como-Lecco sono ripresi in sicurezza tutti i mercati settimanali di Campagna Amica, in particolare a Cantù (martedì in piazza Garibaldi), Meda (mercoledì in piazza Cavour), Giussano (giovedì via De Gasperi), Erba (venerdì in via Carroccio) e Mariano Comense (sabato in Porta Spinola).
“L’approvvigionamento alimentare dei cittadini lariani è stato garantito grazie alle migliaia di persone che operano nella filiera alimentare e, in primis, alle imprese agricole che in queste settimane, nonostante i rischi per la salute, hanno continuato a lavorare in piena pandemia nel nostro territorio come in tutta Italia”. Lo rimarca Fortunato Trezzi, presidente di Coldiretti Como Lecco.
La filiera agroalimentare made in Italy dai campi agli scaffali – sottolinea la Coldiretti lariana – ha tenuto nonostante la tendenza all’accaparramento e al verificarsi di pericolose file che hanno provocato una impennata degli acquisti al dettaglio. Una vera e propria spesa di guerra che, nelle settimane di lockdown, ha registrato aumenti del 145% negli acquisti di farina, +78% arance, +60% mele, +57% mozzarella, +57% uova, +32% formaggi, +31% salumi, +25% riso, latte +22% e +14% pasta. Uno sforzo importante della filiera che è riuscita a garantire le forniture nonostante le difficoltà vissute dalle imprese agricole: “Nelle settimane dell’emergenza, le nostre imprese sono state strategiche per assicurare il made in Lario di qualità in tutti i canali di distribuzione: responsabilmente, l’agricoltura ha fatto e sta facendo la sua parte, affrontando veri e propri salti mortali per superare le difficoltà imposte dall’emergenza: in primis, la carenza di manodopera stagionale e le problematicità nel reperimento di quanto necessario alle operazioni colturali, dati gli intoppi della logistica e il fermo del comparto agromeccanico. Ma questo sforzo immane deve essere riconosciuto in futuro: non vogliamo più vedere gli scaffali dei supermercati invasi da prodotti stranieri… che magari costano uno o due centesimi meno rispetto a un prodotto nazionale di qualità incomparabilmente maggiore. L’emergenza Covid ha insegnato a tutti quanto sia importante e strategica l’autosufficienza produttiva nei molti comparti del nostro Paese, quello agricolo in primis. Ma non solo: ripensiamo alla difficoltà di reperire le mascherine di protezione nelle prime settimane di lockdown… e riflettiamoci su con attenzione”.

Da lunedì 8 giugno altri uffici postali aprono tutti i giorni

poste-italiane-640x330
A partire da lunedì 8 giugno sono tornati disponibili per la cittadinanza tutti i giorni, dal lunedì al sabato, gli uffici postali di Bellano, Casargo, Garbagnate Monastero e Lierna.
Gli uffici, che durante il periodo di lockdown hanno continuato a garantire l’accesso ai servizi con un’apertura ridotta, tornano ad essere pienamente operativi al fine di consentire il regolare svolgimento delle operazioni sia postali sia finanziarie.
La riapertura degli uffici postali già a partire dalla fine del mese di marzo è stata possibile anche grazie all’adozione di idonee misure di sicurezza quali l’installazione di pannelli schermanti in plexiglass negli uffici postali con il bancone aperto, il posizionamento di strisce di sicurezza per il distanziamento e accurate procedure di sanificazione delle sedi realizzate a tutela della salute di dipendenti e cittadini. Il personale che opera allo sportello e in sala consulenza è stato dotato sin da subito di mascherine, guanti e gel disinfettante.
L’accesso agli uffici postali oggi avviene in modo che all’interno dell’ufficio ci siano tante persone quanti sono gli sportelli disponibili.
Poste Italiane ricorda inoltre la possibilità di utilizzare il canale online tramite il sito di poste www.poste.it, dove si possono effettuare tutte le operazioni finanziarie e postali.

Rinnovato il comodato gratuito per la vettura elettrica in uso ai servizi sociali

Prorogato fino al 31 maggio il contratto di comodato d’uso gratuito per l’utilizzo di un veicolo elettrico del servizio di car sharing, già sottoscritto all’inizio del mese di aprile dal Comune di Lecco con E-Vai.
L’autovettura è impiegata degli operatori del settore politiche sociali del Comune per effettuare gli spostamenti sul territorio comunale necessari allo svolgimento delle attività di sostegno e di concreto aiuto alla cittadinanza in questa fase emergenziale. Un mezzo aggiuntivo a sostegno dei servizi comunali più necessari e indifferibili che, in questo momento, sono sottoposti a una forte pressione tesa al soddisfacimento delle necessità sociali.
Auto elettrica
“Siamo felici di questo intervento e ringraziamo l’azienda per la disponibilità – commenta l’assessore all’ambiente del Comune di Lecco Alessio Dossi. In un momento così difficile anche questo rinnovo ci dà una mano importante. Questa auto elettrica ha fornito infatti un aiuto concreto ai nostri servizi sociali, ma lancia anche un messaggio fondamentale rispetto ai temi della mobilità sostenibile, di cui non dobbiamo dimenticarci in questa fase di ripresa per non commettere errori simili a quelli commessi in passato”.
L’impiego di questo veicolo ha ampliato e accelerato la possibilità di risposta dei servizi ai bisogni dei cittadini, rappresentando uno strumento di grande importanza in questa fase di emergenza.

L’undicesima edizione del Festival “Leggermente” si terrà nel 2021

L’undicesima edizione del Festival “Leggermente” si terrà nel 2021. Dopo un doppio tentativo di rinvio rispetto alle date originarie del 21-29 marzo (il primo al periodo 15-19 aprile e il secondo al 20-24 maggio), Assocultura Confcommercio Lecco – viste le decisioni normative prese dal Governo sia in tema di scuola che di organizzazione degli eventi e sentito il Comitato scientifico – ha deciso rimandare la manifestazione dal tema “Essere umani. Riscoprire il sentimento” al 2021.
“Abbiamo provato in tutti i modi a spostare in avanti la possibile data e a non “arrenderci”, ma purtroppo, data la situazione che stiamo vivendo e le prospettive imminenti relative all’organizzazione di eventi e incontri, siamo costretti a cancellare anche l’ipotesi di maggio: nel 2020 non avremo “Leggermente” – spiega il presidente di Assocultura Confcommercio Lecco, Antonio Peccati – Avevamo detto che quella di maggio sarebbe stata l’ultima “finestra” possibile per provare a svolgere l’undicesima edizione prima del termine dell’anno scolastico 2019-2020. Certo, dispiace per il grande lavoro che già era stato svolto e per l’impegno profuso da tutti, ma non c’è altra possibilità. Fin da ora lavoreremo per farci trovare pronti all’edizione 2021 e sicuramente, quando ci saranno le condizioni, torneremo a proporre gli appuntamenti di “Leggermente Off””.

Valmadrera: servizi disponibili per questo periodo di emergenza

Valmadrera informazioni coronavirus
0341 1960196 Uffici Comunali
A causa dell’emergenza coronavirus e delle disposizioni vigenti in merito alla sospensione delle attività in presenza delle amministrazioni pubbliche, da lunedì 30 marzo per contattare gli uffici comunali è attivo il nuovo numero di telefono 03411960196

0341 581880 Servizio di supporto (spesa, acquisto farmaci) a favore delle persone anziane
Croce Rossa Italiana – Comitato di Valmadrera (dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30)

347-6584508 Richiesta buono spesa per situazione di difficoltà economica
Il numero di telefono dedicato è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9 alle ore 13.00

320 9523004 Assistenza telefonica informativa sul Coronavirus
Dr.ssa Fiorella Merlini (tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 22.00)

0341 581880 Spesa Solidale
Se ti trovi in difficoltà in questo momento particolarmente difficile e non hai ancora richiesto il “buono spesa” richiedi la SPESA SOLIDALE.
Croce Rossa Italiana – Comitato di Valmadrera (dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30)

0341 581880 Richiesta Mascherine per casi di assoluta necessità ed urgenza è possibile contattare la CRI – Comitato di Valmadrera al n. 0341581880 da lunedì a sabato dalle 8.30 alle 12.30

345 3788726 Consegna e ritiro biancheria per ricoverati presso l’Ospedale di Lecco
Alice Oggioni (nel caso di mancata risposta è possibile inviare un SMS o messaggio Whatsapp per essere richiamati)

Modalità di gestione rifiuti per soggetti positivi al tampone o in quarantena obbligatoria
Per esigenze specifiche, informazioni o chiarimenti
Silea Spa – Beniamino Bianco beniamino.bianco@sileaspa.it
800 004 590 Numero verde Silea (dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 18.00)

Telefonia sociale Auser Filo d’argento
Supporto di compagnia telefinica per le persone anziane e fragili
800 995988 Numero verde gratuito da telefono fisso
0341 286096 da telefono cellulare

Servizio di SOSTEGNO e SUPPORTO psicologico alla cittadinanza
Per ogni informazione i cittadini dei Comuni DEL POLO TERRITORIALE LAGO
(Civate, Malgrate, Oliveto Lario, Pescate, Valmadrera) possono rivolgersi a:
Tel. 3476584508 Marta Corno da Lunedì a Venerdì dalle 14.30 alle 17.00

Dal 27 aprile si possono ritirare le pensioni di maggio

Poste
Poste Italiane rende noto che le pensioni del mese di maggio verranno accreditate il 27 aprile per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti dagli ATM Postamat, senza bisogno di recarsi allo sportello.
Coloro che invece non possono evitare di ritirare la pensione in contanti, nell’ufficio postale, dovranno presentarsi agli sportelli rispettando la turnazione alfabetica prevista dal calendario seguente:
I cognomi dalla A alla B lunedì 27 aprile;
dalla C alla D martedì 28 aprile;
dalla E alla K mercoledì 29 aprile;
dalla L alla P giovedì 30 aprile;
dalla Q alla Z sabato mattina 2 maggio.
Per andare incontro alle esigenze della clientela migliorando la facilità di accesso e garantendo il valore della capillarità, da lunedì 27 aprile riapriranno al pubblico dal lunedì al sabato 16 uffici postali, finora aperti a giorni alterni.
BARZANO’
BULCIAGO
CALOLZIOCORTE
CASATENOVO
COSTA MASNAGA
GALBIATE
LOMAGNA
MANDELLO DEL LARIO
MISSAGLIA
MOLTENO
MONTICELLO
OGGIONO
OLGINATE
PADERNO D’ADDA
ROGENO
VERCURAGO
Inoltre ripristinerà il doppio turno, con estensione dell’orario fino alle 19.05 (sabato escluso) l’ufficio di Lecco Dante.
Poste Italiane ricorda inoltre che i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri.
Nell’attuale fase di emergenza sanitaria, le nuove modalità di pagamento delle pensioni hanno carattere precauzionale e sono state introdotte con l’obiettivo prioritario di garantire la tutela della salute dei lavoratori e dei clienti di Poste Italiane. In questa fase, ciascuno è pertanto invitato ad entrare negli uffici postali esclusivamente per il compimento di operazioni essenziali e indifferibili, in ogni caso avendo cura, ove possibile, di indossare dispositivi di protezione personale; di entrare in ufficio solo all’uscita dei clienti precedenti; tenere la distanza di almeno un metro, sia in attesa all’esterno degli uffici che nelle sale aperte al pubblico.
Fonte Poste

PrimaveraFesta di Rancio: appuntamento al 2021

2004_primavera_festa_3Sabato 2 e domenica 3 maggio si sarebbe dovuta svolgere la 15^ edizione della Primavera Festa di Rancio, appuntamento amatissimo dai lecchesi e non solo, che durante questo speciale weekend hanno l’occasione di scoprire gli angoli più caratteristici del rione ai piedi del San Martino.
Proprio poche settimane prima del lockdown deciso per fronteggiare l’emergenza sanitaria in corso, si era messa in moto la macchina organizzativa dell’evento, che oltre agli abitanti rancesi coinvolge ormai molti fra enti e associazioni (LTM, la parrocchia di Rancio, il Circolo Libero Pensiero, il Circolo Pio X, il Liceo Leopardi, la delegazione di Lecco del FAI e il Comune di Lecco che patrocina l’iniziativa), ma l’emergenza ben nota a tutti ha portato ha sospenderne la realizzazione.
“Questi che dovevano essere i giorni più frenetici, quelli che precedono il weekend della festa, di fatto sono invece quelli che dobbiamo vivere ancora con prudenza, in una sorta di tempo sospeso… Rimandiamo quindi al prossimo anno l’appuntamento con la PrimveraFesta di Rancio in quello che si rivela come uno degli angoli più incantevoli della nostra città. Faremo di tutto perché sia una delle edizioni più belle di sempre” – dicono i referenti della festa.
Comunicato e foto dal comune di Lecco
2004_primavera_festa_4

1 2 3 79