Archivio Categorie: Lecco e dintorni

Rinnovato l’accordo tra Comune e Centro di promozione della legalità

Sindaco Mauro Gattinoni
Continua l’impegno del Comune di Lecco per il contrasto all’illegalità e alle infiltrazioni della criminalità organizzata. Alla presenza della professoressa Roberta Ausenda, referente dell’Istituto d’Istruzione Superiore G. Bertacchi di Lecco quale ente capofila, il Sindaco di Lecco Mauro Gattinoni ha sottoscritto l’accordo di rete e di partenariato che vede l’adesione al CPL – Centro di Promozione della Legalità. Il CPL è una rete di Istituzioni scolastiche, Enti e Associazioni che crede nell’educazione alla legalità non solo come premessa culturale indispensabile, ma anche come concreta risposta all’incalzare del fenomeno criminale. Dal 2015 il Comune di Lecco aderisce al CPL con due finalità principali: educare alla legalità e sensibilizzare i bambini, gli adolescenti e i giovani cittadini sulle tematiche del contrasto alla corruzione e alla criminalità organizzata.
“Il Comune di Lecco ha rinnovato con profonda convinzione l’adesione alla rete del CPL – commenta il Sindaco di Lecco Mauro Gattinoni –. Le inchieste e gli arresti di ‘ndrangheta delle ultime settimane in provincia, unitamente al pericolo d’infiltrazioni a seguito della crisi di liquidità in diversi settori della nostra economia, impongono alle Istituzioni di non abbassare la guardia e di fare rete con le realtà attive sul territorio. Partire dalle scuole con l’Educazione alla Legalità vuol dire mettere al centro gli studenti, consegnargli strumenti per avere consapevolezza della situazione, renderli coscienti del ruolo che possono avere, a partire dai piccoli gesti di ogni giorno, per essere primi promotori della legalità.”
Grazie alle precedenti amministrazioni, negli anni passati il Comune di Lecco ha aderito ad Avviso Pubblico e al Patto per la Sicurezza. Ha inoltre restituito alla comunità tre beni sequestrati alla criminalità organizzata: l’ex locale Wall Street (oggi Pizzeria della Legalità Fiore), l’appartamento di viale Adamello intitolato ad Angelo Vassallo (oggi destinato a housing sociale) e l’ex pizzeria Giglio (oggi spazio di incontro, idee e progetti con gli Over 60 di Lecco, Il Giglio di Pescarenico).
Foto e testo Ufficio stampa Comune di Lecco

Lecco: prorogata fino al 26 settembre la mostra dedicata all’Adda

Adda in mostra
Prorogata fino al 26 settembre 2021 la mostra fotografica a palazzo delle Paure in piazza XX Settembre, con antiche fotografie e scatti contemporanei sul fiume Adda.
La mostra è aperta il mercoledì dalle 14 alle 18; giovedì e venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18
Per informazioni: www.museilecco.org
L’esposizione “Il Fiume Adda. Di immagine in immagine, tra tempo e luce” portai visitatori in un viaggio per immagini sul fiume Adda, per scoprire le sue sponde, le sue acque e le sue bellezze con occhi antichi e nuovi.
Curata da Barbara Cattaneo, Daniele Re e Luigi Erba, esporrà gli scatti dei fotografi Andrea Caronni, Rosandro Cattaneo e Daniele Re, le cui creazioni entreranno a far parte della fototeca del Sistema museale urbano lecchese.
Queste immagini contemporanee andranno ad affiancarsi ad antiche cartoline, fotografie e tradizionali raffigurazioni dell’Adda, per tracciare così tracciare un’ipotetica linea di sviluppo sull’iconografia del fiume reso celebre da Alessandro Manzoni. Un differente modo di vedere il fiume Adda che si lega strettamente all’innovazione della tecnica fotografica, all’uso del foro stenopeico e della ripresa in digitale.

È disponibile online il registro storico delle pratiche edilizie del Comune

logo_comune_lecco_bassadef-500x471
È disponibile online il registro storico delle pratiche edilizie del Comune di Lecco, che consente di svolgere da remoto la ricerca degli estremi di riferimento delle pratiche ed è funzionale alla successiva richiesta di accesso agli atti amministrativi, che potrà dunque essere effettuata dal proprio ufficio o da casa.
Il registro contiene i riferimenti delle concessioni edilizie rilasciate dal 1944 al 2015 e rappresenta un primo piccolo passo nella direzione di una più facile consultazione, al quale seguirà la vera e propria digitalizzazione degli atti. Per quanto riguarda le pratiche minori (restauri, piccole opere di manutenzione,…) l’elenco è attualmente completo dal 1989 al 2015.
“Come promesso, di concerto con l’assessorato all’evoluzione digitale guidato da Alessandra Durante, stiamo lavorando su questo fronte – sottolinea l’assessore allo sviluppo urbano, con delega all’edilizia privata, del Comune di Lecco Giuseppe Rusconi -, per risponde alle esigenze di cittadini e tecnici, addetti ai lavori, e ridurre quanto più possibile la necessità di recarsi personalmente in municipio, esigenza resa ancor più evidente dalla pandemia e dalle restrizioni che questa ha imposto.
Si tratta di un primo step, a cui seguirà una digitalizzazione indispensabile, con la quale intendiamo sia affrontare questioni pratiche, sia rendere disponibile un patrimonio storico che vale la pena di riscoprire”.
In caso di difficoltà è sempre possibile chierede informazioni oppure fissare un appuntamento allo Sportello Unico Edilizia del Comune di Lecco, scrivendo una mail a edilizia.privata@comune.lecco.it.

Fonte Ufficio stampa Comune Lecco

Interventi di riqualificazione per il parco Belvedere a Santo Stefano

Lecco parco Belvedere
Un primo tassello nel quadro degli interventi di cura della città previsti
Terminati al parco Belvedere, nel rione di Santo Stefano, alcuni importanti interventi messi in atto per migliorare il decoro del parco, che risulta essere un polmone verde per il rione.
Rimesse a nuovo, innanzitutto, le panchine del parco, grazie alla sostituzione di tutte le doghe in legno con doghe in PVC, che richiedono minore manutenzione e sono più resistenti, così da ottimizzare le risorse, specie in relazione ai futuri interventi di conservazione. Alcune panchine hanno richiesto il posizionamento di terra per rendere più sicura e stabile la loro fruizione.
Riverniciata inoltre la fontana presente nel parco e rimesso a nuovo il gioco sonoro a forma di fiore.
Foto www.comune.lecco.it

Un libro sospeso: un messaggio di solidarietà ai ragazzi dello sportello #QuindiciVentiquattro

Un libro sospeso: un messaggio di solidarietà ai ragazzi dello sportello #QuindiciVentiquattro
2101_libro_sospeso_1 Caffè, colazioni, pranzi sospesi, sono numerosi nelle nostre città le realtà sociali e gli esercizi commerciali che
#QuindiciVentiquattro, il centro coordinato dalla dottoressa Carmen Baldi e dedicato ai giovani dai 15 ai 24 anni, attivo presso il servizio giovani del Comune di Lecco e che si occupa di accogliere, valutare ed eventualmente trattare situazioni di disagio psicologico o di rischio di sviluppo di psicopatologia.
Grazie alla generosità di numerosi cittadini sono stati così raccolti e messi a disposizione dello sportello #QuindiciVentiquattro numerosi testi, ognuno dei quali riporta una “dedica sospesa” a firma dl donatore: “Ogni libro donato contiene un pensiero e un augurio che dagli adulti arriva ai ragazzi – spiega la Dottoressa Baldi – e in questo tempo di pandemia, in cui il mondo degli adulti ha chiesto tanto sacrificio ad adolescenti e giovani, appare ancor più significativo questo gesto di attenzione e sostegno nei loro confronti”.
“Questa iniziativa rappresenta a pieno lo spirito della Comunità Educante – sottolinea l’assessore alla Famiglia, Giovani e Comunicazione del Comune di Lecco Alessandra Durante –. Ringraziamo la libreria sociale Mascari5 per questo prezioso gesto di solidarietà e tutti i cittadini che hanno scelto di donare allo sportello #QuindiciVentiquattro i libri che diventeranno strumento di supporto per i ragazzi che sentono di averne bisogno. Una lettura mirata aiuta a dare un nome alle proprie emozioni, a rimettere in ordine i pensieri e formulare possibili soluzioni. Guardare da fuori la propria esperienza, magari vissuta dal protagonista di un libro, aiuta ad avere uno sguardo diverso sul proprio vissuto e a rielaborarlo in maniera più efficace. E in questo periodo i giovani hanno un grande bisogno di essere accompagnati attraverso le numerose sensazioni che la situazione che stiamo vivendo genera in loro”.
Come spiega Antonella Gabriele della libreria Mascari5: “è importante contribuire con tutti i mezzi, anche quelli tradizionalmente più legati al mondo della cultura, ad abbattere le barriere che si ergono fra i giovani in difficoltà e il mondo esterno”.
Testo e foto da Ufficio stampa Comune Lecco
Nella foto da destra Antonella Gabriele – Alessandra Durante – Carmen Baldi

Lecco: piazza Padre Cristoforo a Pescarenico ha un nuovo volto

Piazza Padre Cristoforo a Pescarenico ha un nuovo volto. l’intervento progettato e diretto da Andrea Lozza (servizio manutenzione e decoro urbano del Comune di Lecco) e autorizzato dalla Soprintendenza ha previsto la sostituzione della pavimentazione in asfalto con una in cubetti di porfido di recupero, per dare maggiore valore al contesto storico e di pregio della piazza, in modo sostenibile, ovvero mediante il riutilizzo di materie già impiegate.
A disegno della nuova pavimentazione, sono stati posati dei cordoli a raso che demarcano lo spazio viabilistico, rafforzando la tenuta della pietra alle sollecitazioni della viabilità e creando linearità verso la chiesa dei Santi Materno e Lucia (ex convento dei frati Cappuccini) in particolare da corso Martiri della Liberazione, luogo sul quale si affaccia l’intera piazza. Sono state inoltre realizzate delle aiuole intorno alle piante esistenti, per valorizzare l’elemento naturale sempre presente nel luogo, mentre i cordoli di delimitazione a raso posati consentono di raccogliere le acque piovane, riducendo così l’acqua in superficie e alimentando il sottosuolo.
Completato anche il percorso pedonale verso via Ghislanzoni, con la realizzazione di un marciapiede che parte dal sagrato e costeggia l’edificio d’angolo, proteggendo i pedoni dalle manovre dei veicoli in curva. Attraverso l’arredo urbano, è stato ulteriormente ampliato e protetto il prospetto della chiesa, mediante la posa di dissuasori lungo tutto il suo sviluppo. Completamente rinnovato infine l’impianto semaforico sul lato dell’incrocio con corso Martiri della Liberazione e corso Carlo Alberto.
Fonte e fotografie Ufficio stampa Comune di Lecco
2021-01-11_PESCARENICO piazza_padre_cristoforo_2
2021-01-11_PESCARENICO piazza_padre_cristoforo_4
2021-01-11_PESCARENICO piazza_padre_cristoforo_1

Agricoltura, al via il nuovo censimento: coinvolto anche il CAA di Coldiretti Como Lecco

Agricoltura
COMO-LECCO – Prende il via il settimo censimento generale dell’agricoltura che, come sottolinea il presidente di Coldiretti Como Lecco Fortunato Trezzi “sarà utile a capire come sta cambiando il settore agricolo anche in considerazione dell’emergenza Covid e al suo impatto sull’economia italiana”, in particolare raccogliendo i dati indispensabili alle future politiche di sviluppo di un comparto strategico per gli approvvigionamenti alle famiglie, per l’export e per la sovranità alimentare del Paese. E’ quanto spiega la Coldiretti interprovinciale con riferimento all’importante operazione statistica che coinvolgerà le imprese agricole che per la prima volta potranno rivolgersi ai CAA (Centri di Assistenza Agricola) della Coldiretti per assistenza e supporto nella compilazione dei questionari Istat in formato esclusivamente digitale.
“Sarà dunque di primaria importanza il contributo e l’azione del CAA di Coldiretti Como Lecco: tale attività di assistenza è un ulteriore esempio di attività di affiancamento delle imprese che la legge assegna al Centro di Assistenza Agricola in un’ottica di semplificazione dei rapporti con la Pubblica Amministrazione e di supporto per gli adempimenti burocratici. Grazie ad una profonda conoscenza della realtà agricola il nostro CAA Coldiretti potrà contribuire, svolgendo le interviste che costruiscono il censimento, a realizzare la fedele fotografia del patrimonio agroalimentare del territorio e, in termini più ampi, del Paese”.
I dati richiesti serviranno per conoscere le caratteristiche generali delle aziende agricole italiane, l’utilizzo dei terreni, la consistenza degli allevamenti, la forza lavoro utilizzata ed eventuali attività connesse. La rilevazione è prevista dal Regolamento (UE) 2018/1091 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 luglio 2018 relativo alle statistiche integrate sulle aziende agricole e Regolamento di esecuzione (UE) 2018/1874 della Commissione del 29 novembre 2018 sui dati da presentare per l’anno 2020 a norma del Regolamento (UE) 2018/1091 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 18 luglio 2018.
Il censimento dovrà concludersi, anche nelle nostre due province, entro il 30 giugno 2021 e tenuto conto delle restrizioni dovute alla pandemia, tempi e modalità delle rilevazioni dovranno essere previamente concordati dagli imprenditori con gli operatori dei CAA di Coldiretti Como Lecco, presso la sede interprovinciale di Grandate o presso le unità locali presenti sul territorio delle due province.
Fonte Coldiretti
Foto dal web

Stop ai furbetti del posteggio negli stalli per la ricarica elettrica

Auto elettrica
Ai fini di regolamentare la sosta all’interno degli stalli riservati alla ricarica dei veicoli elettrici, già realizzati e attivi in città, il Comune di Lecco ha emesso un’ordinanza per l’istituzione di divieto di sosta 0-24 con rimozione forzata – eccetto veicoli elettrici in ricarica – nei seguenti stalli di sosta di colore blu (a pagamento) o bianco:
Viale DANTE n.2 stalli nel parcheggio pubblico del controviale;
Via PARINI n.2 stalli davanti al parcheggio pubblico adiacente il cimitero;
Via ISOLA VILLATICO n.2 stalli nel parcheggi adiacenti il parco di Villa Gomez;
Via DELL’ISOLA n.2 stalli in fronte al parcheggio pubblico;
Via NULLO n.2 stalli nel parcheggio pubblico adiacente la “Società Canottieri Lecco”;
Lungo Lario C.BATTISTI n.2 stalli nel parcheggio antistante il civico 12;
Via FOSCOLO n.2 stalli nel parcheggio pubblico antistante il cimitero;
Via BUOZZI n.2 stalli nel parcheggio pubblico antistante i campi di calcio;
Via ALLA CHIESA n.2 stalli antistati l’ingresso al Parco di Villa Eremo;
C.so MARTIRI n.2 stalli nel parcheggio all’intersezione con via Appiani.
La successiva ordinanza, invece, disciplina l’istituzione di uno stallo di sosta a servizio di persone con disabilità in via Ugo Foscolo, ravvisata la necessità di riservare uno stallo di sosta alle persone con disabilità nelle immediate vicinanze dell’Auditorium comunale. Per questo il Comune di Lecco ha stabilito l’istituzione di uno stallo di sosta riservato ai veicoli a servizio di persone con disabilità in via Ugo Foscolo davanti al civico n. 42, in corrispondenza dello scivolo che adduce all’entrata pedonale dello stabile.

Nel cortile del palazzo comunale di piazza Diaz 1 è allestito il presepe dell’AIAP Lecco, visitabile da lunedì a sabato, fino al 9 gennaio 2021.

Presepe-palazzo-comunale-Natale-2020Nel cortile del palazzo comunale di piazza Diaz 1 è allestito il presepe dell’AIAP Lecco, visitabile da lunedì a sabato, fino al 9 gennaio 2021.
Sul presepe è posta la targa dell’Associazione Italiana Amici del Presepio (AIAP) sede di Lecco che così recita:
Natale 2020 – CondividiAmo il presepio.
Con questo presepe, simbolo di speranza,
auguriamo a tutti i cittadini di Lecco
un Natale sereno e un 2021 di rinascita collettiva.
“Il presepe ha da sempre rappresentato l’unione tra la nostra fede e la nostra quotidianità”, spiega Angelo Bonazzola, presidente dell’AIAP di Lecco.
“Quando, nel 900, è nata la tradizione di rappresentare la nascita di Gesù nelle nostre case abbiamo iniziato a porre il bambinello in ambientazioni che rappresentavano i luoghi del vivere quotidiano, fatto di cascine, corti e stalle in cui si viveva a stretto contatto e ci si aiutava gli uni e gli altri nelle difficoltà. Ancora oggi siamo attratti dalle scenografie che richiamano un passato forse non migliore del presente ma che ci ricorda le nostre radici e da dove siamo venuti.
Per questi motivi, quest’anno, abbiamo scelto di allestire un presepe ambientato in una cascina simile a quelle che ancora si trovano nei vecchi borghi, un modo per ricordarci che i nostri nonni hanno vissuto difficoltà forse più grandi di quelle che viviamo oggi, ma con la fede e con la forza di volontà, collaborando, hanno costruito il futuro per noi. Gesù è nato tra i poveri per portare una luce e una speranza a quei pastori che per primi lo hanno adorato. Raccogliamoci davanti a questo presepe e riscopriamo le nostre radici per poter progettare un nuovo futuro, migliore e tutti insieme”.
Si può visitare il presepe, nel rispetto delle misure di sicurezza e prevenzione (uso mascherina e accessi contingentati), negli orari di apertura del palazzo comunale:
da lunedì a venerdì dalle 9 alle 18, sabato dalle 9 alle 11.

1 2 3 23