Archivio Categorie: Economia

Febbraio caldo: maturano già le fragole

fragoleArticolo da www.coldiretti.it
Con il mese di febbraio che ha fatto registrare temperature minime superiori di ben 3,5 gradi la media del periodo nei banchi di negozi e supermercati sono già arrivate le primizie con oltre trenta giorni di anticipo, dalle fragole lucane agli asparagi della Sardegna fino al carciofo romanesco, in vendita anche nei mercati di campagna amica. E’ quanto emerge dal monitoraggio della Coldiretti dai campi agli scaffali a meno di un mese dalla fine di un inverno che sembra non essere mai iniziato, sulla base dei dati Ucea relativi alla prima decade.
La natura è sconvolta dalle anomalie climatiche segnate anche da un mese di gennaio con 1,2 gradi in piu’ della media dopo un 2015 che si è classificato come il piu’ bollente dal 1800 in cui sono iniziate le rilevazioni, con una temperatura superiore di 1,42 gradi la media di riferimento, secondo una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Isac Cnr. Il risultato – sottolinea la Coldiretti – è che sembra primavera con primule, viole e margherite nei prati mentre nelle campagne sono fioriti mandorli, albicocchi e tutte le piante da frutto si sono “risvegliate” in forte anticipo rispetto all’arrivo della primavera.
Negli orti broccoli, cavolfiori e cime di rapa tardive sono diventate precoci ma l’inverno pazzo – precisa la Coldiretti – ha fatto accelerare in generale la maturazione di tutte le primizie. Con questa finta primavera è possibile trovare una grande varietà di offerta Made in Italy a prezzi particolarmente convenienti, considerata la stagione, per effetto dell’accavallamento nella maturazione delle diverse varietà di ortaggi provocato dal clima. E’ tuttavia importante verificare sempre l’origine nazionale in etichetta che – sostiene la Coldiretti – è obbligatoria per la frutta e verdura e privilegiare gli acquisti direttamente dagli agricoltori nelle aziende o nei mercati di campagna Amica dove i prodotti sono anche piu’ freschi e durano di piu’.
Con il mese di gennaio che è stato a livello globale il piu’ bollente di sempre facendo registrare una temperatura media sulla superficie della terra e degli oceani, addirittura superiore di 1,04 gradi celsius rispetto alla media del ventesimo secolo, anche il 2016 conferma la tendenza al surriscaldamento che è evidente anche in Italia. L’anno scorso in Italia – sottolinea la Coldiretti – è stato superato il precedente record di temperatura del 2014 ma gli anni piu’ bollenti sono quasi tutti successivi al 2000 con il 2003 sul podio al terzo posto seguito da 2007, 2012, 2001, 1994, 2009, 2011, 2000, 2008. Per effetto di questi cambiamenti climatici la coltivazione dell’ulivo in Italia è arrivata a ridosso delle Alpi mentre nella Pianura Padana si coltiva oggi circa la metà della produzione nazionale di pomodoro destinato a conserva e di grano duro per la pasta, colture tipicamente mediterranee. Una situazione che – rileva la Coldiretti – ha avuto effetti straordinari in Sicilia dove si coltivano i primi avocado Made in Italy, frutto tipicamente tropicale, a Giarre ai piedi dell’Etna mentre a Palermo si riescono addirittura produrre le prime banane nostrane.
Gli effetti si estendono però anche ai prodotti tipici. Il riscaldamento provoca infatti anche – precisa la Coldiretti – il cambiamento delle condizioni ambientali tradizionali per la stagionatura dei salumi, per l’affinamento dei formaggi o l’invecchiamento dei vini. Una situazione che di fatto – continua la Coldiretti – mette a rischio di estinzione il patrimonio di prodotti tipici Made in Italy che devono le proprie specifiche caratteristiche essenzialmente o esclusivamente all’ambiente geografico comprensivo dei fattori umani e proprio alla combinazione di fattori naturali e umani. Una sfida che – conclude la Coldiretti – mette alla prova la capacità dell’agricoltura di trovare l’innovazione nella tradizione, cercando di ottenere il meglio dai mutamenti economici e climatici.

Bagno di folla per l’apertura di H&M a Lecco

H&M LECCO 1
Bagno di folla per l’apertura di H&M a Lecco in via Roma 55. Ieri sera l’anteprima ad invito, e oggi, giovedì 5 novembre, l’apertura ufficiale con un balletto fatto dagli addetti alle vendite.
Alle 11 in punto le porte si sono aperte ed H&M è stata invasa.
Il marchio svedese celebre in tutto il mondo e sinonimo di moda e qualità al miglior prezzo in maniera sostenibile è ora realtà.
HeM 2
“Siamo lieti di inaugurare il nostro primo punto vendita nel cuore della città e di rafforzare così la nostra presenza nella regione. Questo è un importante traguardo raggiunto grazie all’impegno di tanti colleghi. H&M crede nelle persone e nel lavoro di squadra, questi due elementi sono parte integrante dei nostri valori”, dichiara Dan Nordstrom, Country Manager H&M Italia.
H&M ha fatto il suo ingresso nel mercato italiano nel 2003 e, con Lecco, conta 134 punti vendita nel nostro Paese. Il nuovo negozio si sviluppa su una superficie di vendita di circa 1.600 mq. Il piano terra ospita le collezioni donna e uomo; al primo piano si possono trovare capi per bambini, da 0 a 14 anni. Tutte le collezioni sono completate dai reparti intimo e accessori.
H&M LECCO 2
HeM 1

Dal 25 novembre ci saranno i nuovi 20 euro

20 euro fronte
Dal 25 novembre verrà immessa sul mercato la nuova banconota da 20 euro.
Le nuove banconote della serie Europa si ispireranno a diversi stili architettonici, senza mostrare nessun monumento in particolare. I 20 euro si ispirano allo stile gotico.
Se sottoposta ai raggi UV, la carta della banconota deve restare opaca. In trasparenza devono essere visibili piccole strisce di fibre di 3 colori diversi. Inoltre parti del disegno, come le stelle dell’Unione Europea, devono apparire di colore giallo.
20 euro retro

A Lecco il 5 ottobre incontro sulla legalità

L’Associazione Culturale La Semina, con il patrocinio del Comune di Lecco e la partecipazione di diversi Enti e associazioni del territorio, organizza una settimana dedicata alla cultura della legalità: La Terra dei Santi, una serie di eventi itineranti nel territorio provinciale che si svolgeranno nella settimana dal 5 all’8 ottobre.
L’iniziativa farà tappa a Lecco lunedì 5 ottobre 2015.
Alle ore 17.30, presso l’Informagiovani del Comune di Lecco – Centro Civico di Germanedo, l’incontro con la giovane scrittrice Angela Iantosca, per la presentazione del libroOnora la Madre;
Alle ore 20.45, presso Sala Don Ticozzi, Via Giuseppe Ongania, 4 – Lecco, la proiezione del filmLa Terra dei Santi, con la presenza del regista Fernando Muraca.
Scrittrice e regista stimoleranno occasioni di riflessione e dibattito nel nostro territorio, al fine di portare a conoscenza non solamente la denuncia dei sistemi di riorganizzazione delle attività mafiose, ma anche la documentazione e il “racconto” dei nuovi comportamenti virtuosi a sostegno della legalità, che stanno mettendo in crisi le famiglie delle organizzazioni criminali.
Saranno documentate storie di donne che tentano di riorganizzare il potere criminale, ma saranno soprattutto narrate e testimoniate storie virtuose di madri e di bambini che si stanno sottraendo ai destini imposti dalle famiglie ‘ndranghetiste, sperimentando forme di libertà e di organizzazioni di sopravvivenza nella legalità che trovano il sostegno dello Stato, della Magistratura, della Chiesa e della società civile.

La partecipazione ad entrambi gli eventi è libera e gratuita.

Per ulteriori informazioni, seguire la Pagina Facebook dell’Informagiovani:

> pagina Facebook: ‘Informagiovani.Lecco’

> Associazione “La Semina”: www.lasemina.org

Aperto il bando per il premio Donna lariana

premio-donna-lariana
Aperto il bando per la sesta edizione del premio “Donna lariana” indetto dalla Camera di Commercio di Como.
La premiazione il prossimo 20 novembre a Cernobbio. Il riconoscimento andrà a tre figure femminili selezionate da una commissione appositamente creata dal Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile di Como.
Sul sito della Camera di Commercio di Como il bando e il modulo per le segnalazioni.

Mariadele Milano presenta la sua prima linea di borse

MariadeleMilano 3lq
Sarà la Milano Fashion Week il contesto privilegiato nell’ambito del quale
MariadeleMilano farà il suo debutto ufficiale nel fashion system, presentando la prima linea di borse: una collezione unica dalle varianti assolutamente preziose e non convenzionali.
Il lancio verrà celebrato nella settimana più cool della città meneghina, in una location d’eccezione in via Marco Polo 9 in zona Porta Nuova. L’evento in programma giovedì 24 settembre, che prenderà il via alle 18, è stato concepito per catalizzare l’attenzione di un pubblico attento cultore delle innovazioni nel settore e dei buyers alla ricerca di nuovi stimoli che rispondano alla tendenza “easy-glam” dell’esigente universo femminile.
MariadeleMilano 2lq
Si preannuncia una serata all’insegna del buon gusto, dove i 5 modelli di punta della collezione MariadeleMilano saranno celebrati in un contesto che rispecchia a pieno l’anima distintiva del brand che prende vita dalla joint veinture tra la nuova realtà produttiva tutta italiana di G05.22 e l’ingegno creativo di Mariadele Mancini, stilista, ricercatrice, agitatrice di idee e anticipatrice di trend, elementi che sono stati sapientemente tradotti in una produzione di borse rigorosamente italiana e dalle lavorazioni artigianali.
La linea è stato studiata per una donna frizzante e audace ma allo stesso tempo profonda e
sentimentale. L’integrità della collezione sfugge alle mode passeggere e si rafforza nel rifiuto del superfluo, senza rinunciare alla bellezza decorativa. Tessuti, pellami, inserti unici sono il punto di partenza per una qualità eccellente da proporre ad una clientela attenta cultrice del bello ma non solo. Infatti la rinnovata strada del fashion che MariadeleMilano intende percorrere si traduce in accessori non dettati dalle tendenze del momento, ma unicamente dalla tendenza alla perfezione.
MariadeleMilano 4lq
“A spasso con le storie” è il leitmotiv della collezione che intende farsi spazio nel settore con una nuova concezione di borse che trascende il tatto e la vista, che sia capace di suscitare una visione, un’emozione, in un’altra dimensione, legata all’utilizzo quotidiano. La cripticità adottata nella scelta del logo di MariadeleMilano riflette l’innovazione stilistica che la connota e la ricerca maniacale dell’eccellenza qualitativa. Il tutto nasce dalla ricerca continua a supporto di una produzione di
altissimo livello, frutto di un percorso che è prima di tutto creativo-culturale, che sfugge gli usuali canoni del lusso -spesso sfacciato- tenendo fede allo stile, alla sobrietà e al buon gusto tutto italiano.
Il 24 settembre rappresenta per MariadeleMilano il primo passo di una storia, un viaggio verso nuovi orizzonti che il fashion system attuale rifugge. La serata coincide con l’opening ufficiale del temporary store che sarà aperto tutti i giorni dal lunedì al sabato in Presso per accogliere coloro che desiderano fare esperienza del fascino suggestivo della maison MariadeleMilano.
MariadeleMilano lq

1 3 4 5