Archivio Categorie: Cultura

Gianni Bottari presenta il suo libro a LiberaMente

copertina libro
Gianni Bottari, autore di “La qualità celata” per le edizioni Albatros, sarà ospite della libreria LiberaMente di via Longoni ad Oggiono, sabato 7 marzo alle 17. Bottari nato a Genova, cresciuto a Milano ora vive nel comasco ed ha già scritto due libri 2Giradaligi” e “Giradaligi due anni dopo”.

Le opere di Lorenzo Alfano in mostra a Oggiono

PB220002
La libreria LiberaMente di via Longoni a Oggiono ospita per tutto il mese di marzo, una mostra con alcune opere del pittore Lorenzo Alfano realizzate con la tecnica del pastello a olio. Si può visitare l’esposizione nelle ore di apertura della libreria.

Sabato 7 marzo concerto per le donne a Suello

“Charles Trenet, douce France”: un concerto dedicato alle donne. Appuntamento sabato 7 marzo, alle 21, nel salone della scuola primaria di Suello in via Turati.
Sul palco Salvatore De Gennaro, accompagnato al pianoforte da Marco Panzeri. La regia dello spettacolo è di Paolo D’Anna. Ingresso libero.

Dal 14 marzo Bruno Oscar Munari in mostra a Civate

munari

Sabato 14 marzo alle 17 nella sala civica di villa Canali a Civate, si inaugura la mostra di Bruno Oscar Munari organizzata con il patrocinio del Comune .
La mostra sarà aperta fino al 22 marzo, il lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 14 alle 18; sabato e domenica dalle 9.30 alle 18.30.
L’artista è nato nel 1946 a Milano. Grande presenza artistica a vari concorsi nazionali che raccolgono grandi successi al punto di dargli il diritto di inserire le sue collezioni in ambito italiano e straniero. Si tratta di pezzi realizzati con la perfezione anatomica che incanta il pubblico e lo rende estasiato. Munari non è mai legato ad uno schema fisso, si lascia cogliere dall’oggetto, e riflette il suo stato d’animo. L’artista rinuncia in alcuni quadri alla ricchezza di colore, preferendo un paio di toni sulle terre, ma che riescono a trasformare la luce e il colore. In altre tele il colore ne fa dà sfondo miscelandosi tra di loro, e formando delle pennellate sognatrici. Artista d’arte contemporanea, possiede la capacità di far sognare solo guardando una sua tela.
(www.comune.civate.lc.it)

A Mandello film in dialetto premanese

LOCANDINA-MANDELLO-Copia-ridotta-484x685

Sabato 7 marzo, alle 21, a Mandello al teatro De Andrè di piazza Leonardo da Vinci, la Proloco, organizza la proiezione del film “Il mattino sorge ad est”.
Durante la serata saranno anche presenti il regista e alcuni attori del film in dialetto premanese con sottotitoli, prodotto dall’associazione culturale “Il Corno” di Premana, su soggetto di Antonio Bellati, per la regia di Stefano Tagliaferri.
Il biglietto d’ingresso è di 7 euro.
Nella tarda primavera del 1895 Domenico Ruffoni detto Menàl giunge a Premana dalla Val Gerola. Rimasto vedovo da un anno, è spinto in quei luoghi dalla sua professione di bergamino e dalla speranza di trovare una donna con cui risposarsi.
Famoso in paese per essere una persona molto facoltosa, è controllato da un gruppetto di scaltri muratori che prepara un piano per cercare di derubarlo.
Nella faccenda viene coinvolta una donna brusca e solitaria, òl Catòi, che durante la sua permanenza estiva sull’ alpeggio ha il compito avvicinarlo e proporsi in moglie per agevolare la rapina.
L’incontro con quell’uomo però risveglia in lei nuovi sentimenti orientando la vicenda verso un dramma inevitabile.

A Rogeno prende il via il corso sul teatro

Sarà il teatro a fare da protagonista al prossimo corso organizzato dalla biblioteca di Rogeno. Un viaggio a ritroso alla scoperta del teatro antico e medioevale, ambito spesso indagato solo a margine della storia letteraria, ma meritevole di essere approfondito in un excursus storico che ne vaglierà i generi, le caratteristiche, i testi e gli autori più significativi.Il corso si articolerà in sei lezioni, il giovedì sera, a partire dal 5 marzo. Per maggiori informazioni contattare la biblioteca di Rogeno allo 031-865830 oppure scrivere a: biblioteca@comune.rogeno.lc.it Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Bosisio: aperte le prenotazioni per “Certe notti”

La biblioteca di Bosisio organizza un’escursione a Milano per assistere allo spettacolo “Certe notti” in programma al Piccolo di Milano il 21 giugno. Per informazioni ci si deve rivolgere alla biblioteca di Bosisio, a quella di Suello o in alternativa alla biblioteca di Pusiano, o all’associazione Promoterre. La quota partecipazione comprensiva di bus e entrata è di 34 euro per gli adulti, di 28 euro per i ragazzi dai 13 ai 25 anni e di 25,50 euro per gli “over 60″. La biblioteca di Bosisio risponde allo 031/3580566, a Pusiano il numero è 031.657208, mentre a Suello il riferimento è 031/655715.

A Rogeno mostra di pittura per l’8 marzo

A Rogeno festa della donna con la mostra di pittura “La costola di Adamo”, in programma il 7 e 8 marzo nella sala corsi del PalaRogeno.
L’esposizione a cura di Maria Paglialongasi inaugura sabato 7 marzo alle 18, e prosegue domenica 8 marzo dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 19.

Abbadia: riprende il prestito libri del sistema provinciale

Alla biblioteca di Abbadia, situata all’interno del civico museo setificio Monti di via Nazionale, riprende il prestito libri organizzato dal sistema bibliotecario provinciale.
E’ possibile accedere al catalogo delle biblioteche, collegate al sistema e prenotare gratuitamente i libri, che verranno consegnati da un incaricato alla stessa biblioteca. I libri dovranno essere restituiti rl termine del periodo di prestito. Questo servizio permette di scegliere tra una enorme quantità di libri e fa risparmiare ai cittadini risorse economiche e di tempo.
La biblioteca é aperta nei giorni di mercoledì, giovedì e venerdì dalle 13.30 alle 17.30, la domenica mattina dalle 9.30 alle 12.30.

“Non è colpa di Pandora” alla Ibs di via Cavour

Venerdì 13 marzo alle 17.30 alla libreria Ibs.it bookshop di via Cavour a Lecco, Giovanna Rotondo
presenta il libro “Non è colpa di Pandora. La zona d’ombra delle dipendenze”.
Intervengono Giuseppe Leone e Gianfranco Scotti. Nel suo libro, la Rotondo parla del gimof, un percorso di terapia di gruppo per i familiari dei pazienti in trattamento per sostanze che creano dipendenza. Il peso di questa esperienza è infatti troppo grave per essere portato da soli, e rischia di schiacciare chi ne soffre, che può essere entrato nel tunnel dell’alcolismo o del gioco d’azzardo.
Secondo l’autrice nessuno sa cosa ci riserva il futuro: non si pensa più al futuro o al passato, ci si concentra sul presente con estrema attenzione, imparando a camminare di nuovo, un passo alla volta.

1 36 37 38 39