Archivio Categorie: Lecco e dintorni

Sabato 17 febbraio a Lecco i carri del Carnevale

Dopo una settimana di incontri nei quartieri, nelle scuole e nelle case di cura, sabato 17 febbraio il Carnevalone 2018 – a cura del Comune di Lecco e LTM – offrirà la giornata di massimo divertimento.
Si inizia alle 14.30 con la sfilata dei carri e dei gruppi con tutti i partecipanti in maschera da piazza Cappuccini e arrivo previsto alle 16.30/17.00 in piazza Garibaldi per il momento delle premiazioni e dell’esibizione degli sbandieratori e musici della “Torre” di Primaluna.
Nella cartina il percorso:
cartina
Alle 21.00 le piazze centrali si animeranno con due feste: in piazza Garibaldi spettacolo con i Carioca Dance (gruppo brasiliano) e a seguire musica con dj Dario Oldani e Andrea De Sabato di RTL; in piazza XX Settembre, musica country con “700 metri sopra il cielo”.
Sono in vigore le ordinanze Divieto di utilizzo di prodotti schiumogeni, vernici, polveri in occasione del Carnevalone 2018 e Misure a tutela della pubblica incolumità in occasione del Carnevalone 2018 Divieto di detenzione, somministrazione e vendita per asporto di bevande alcoliche e non alcoliche, in contenitori di vetro e in lattine nelle giornate di sabato 17 febbraio, dalle ore 15.00 alle 24.00 e di domenica 18 febbraio 2018, dalle ore 00.00 alle ore 01.00.
Testo e cartina dalla Newsletter datata 16 febbraio 2018, del sindaco Virginio Brivio

Lo svincolo di Bellano rimarrà chiuso fino al 7 marzo

Lo svincolo di Bellano lungo la Ss36 rimarrà chiuso per manutenzione straordinaria fino al 7 marzo:
– lungo la carreggiata Sud con interdizione del transito in uscita e ingresso dalla strada statale tra il 15.02.2018 e il 26.02.2018 pertanto •chi proviene da Colico/Valtellina utilizzerà la Strada Provinciale 72 (strada a lago) uscendo dallo svincolo di Colico/Fuentes.
•chi deve andare in direzione Lecco utilizzerà la Strada Provinciale 72 (strada a lago) fino ad Abbadia Lariana
– lungo la carreggiata NORD con interdizione del transito in uscita e ingresso dalla strada statale tra il 27.02.2018 e il 07.03.2018 pertanto •chi proviene da Lecco utilizzerà la Strada Provinciale 72 (strada a lago) uscendo dallo svincolo di Abbadia Lariana, oppure Dervio
•chi deve andare in direzione Colico utilizzerà la Strada Provinciale 72 (strada a lago).
Bellano svincolo

Il bacio più bello a Villa Monastero a Varenna

Domenica 18 febbraio dalle 10.30 alle 16.30 a Villa Monastero di Varenna si terrà l’iniziativa Il bacio più bello: a pochi giorni dalla festa di San Valentino tutte le coppie che visiteranno Villa Monastero potranno continuare a festeggiare il giorno degli innamorati in questo luogo romantico e suggestivo e partecipare al concorso fotografico Il bacio più bello a Villa Monastero.
Le coppie potranno trarre ispirazione anche dalla decorazione pittorica ottocentesca nel salottino Mornico che riproduce il famoso “Bacio” di Francesco Hayez nella versione del 1823 ispirata alla tragedia di Romeo e Giulietta.
Le foto scattate a Villa Monastero potranno essere inviate all’indirizzo e-mail villa.monastero@provincia.lecco.it entro le 12.00 di mercoledì 21 febbraio. Le foto più belle e originali saranno pubblicate sulle pagine Facebook e Instagram di Villa Monastero e i vincitori del concorso riceveranno come premio biglietti omaggio da utilizzare nel 2018 per visitare Villa Monastero e il suo meraviglioso Giardino Botanico.
Per l’occasione il prezzo del biglietto per la visita del Giardino Botanico e della Casa Museo sarà di 5 euro anziché 8 euro. L’ingresso sarà gratuito per i bambini da 0 a 11 anni compiuti, le persone diversamente abili, i tesserati ICOM, i possessori di Abbonamento Musei Lombardia Milano e i residenti a Varenna.
<>.
Per informazioni: www.villamonastero.eu, www.facebook.com/villamonasterolc e www.instagram.com/villamonastero
Locandina Bacio in Villa

San Valentino, il 30% regala fiori ma uno su due nulla

Quasi un italiano su tre (30%) regala un mazzo di rose rosse o altri fiori, che si confermano l’omaggio preferito per San Valentino. E’ quanto emerge dalla rilevazione condotta dal sito www.coldiretti.it divulgata in occasione della giornata dedicata alla festa degli innamorati con i tutor per far conoscerne il linguaggio dei fiori e l’esposizione guidata nel mercato di “Campagna Amica” al Circo Massimo in via San Teodoro 74 a Roma. Quasi la metà (45%) delle persone per l’appuntamento del 14 febbraio ha deciso di non regalare niente, o almeno nulla di materiale mentre tra gli altri doni, troviamo – sottolinea la Coldiretti – cioccolatini o altri dolciumi (15%), gioielli o altri oggetti di valore (8%) mentre solo il 2% punta su un vestito o un altro capo di abbigliamento. Anche sotto la spinta dell’effetto Sanremo tonato finalmente ad essere il Festival dei fiori, l’omaggio floreale si conferma quindi simbolo della festa degli innamorati ma – sottolinea la Coldiretti – rischia di essere fonte di equivoci se non se ne conosce il linguaggio.
Il mazzo di rose infatti deve essere sempre composto in numero dispari di fiori che nei loro colori possono comunicare sensazioni differenti. Se le rose rosse significano passione ardente, quelle bianche – spiega la Coldiretti – testimoniano l’amore puro e spirituale mentre il color corallo rivela il desiderio. Ancora la rosa muschiata significa bellezza capricciosa, il color pesca palesa un amore segreto, l’arancio esprime fascino, il rosa amicizia, affetto e gratitudine. Particolare attenzione – avverte la Coldiretti – va prestata alla rosa di colore giallo perché oltre a simboleggiare un amore disperato e geloso, potrebbe anche comunicare tradimento o amore in declino.
rosa-rossa-san-valentino
Ma non ci sono solo le rose. Il ranuncolo simboleggia bellezza malinconica e la calendula è ambasciatrice di dedizione, ma anche di pene d’amore e potrebbe rappresentare la sofferenza per un sentimento non corrisposto. Il garofano bianco – continua la Coldiretti – significa fedeltà, quello giallo eleganza, quello rosa amore reciproco e quello rosso amore vivo e intenso; per il tulipano, invece il colore rosso esprime una dolce dichiarazione d’amore, lo screziato complimenti per gli occhi della persona amata e il giallo amore disperato. E il papavero, per esempio, simbolo di tranquillità e serenità, è perfetto per chi, in questa occasione, voglia rassicurare il partner e comunicargli che tutto procede per il meglio.
Acquistare fiori italiani – sottolinea la Coldiretti – significa anche contribuire alla valorizzazione del territorio e alla salvaguardia dell’ambiente sostenendo al tempo stesso un settore importante del Made in Italy che 27mila aziende con 100mila addetti e vale complessivamente 2,5 miliardi di euro. I fiori italiani peraltro – conclude la Coldiretti – sono senza dubbio i più profumati, non solo perché non devono affrontare lunghi viaggi come invece avviene per quelli stranieri che arrivano meno freschi alla meta, ma anche perché molti produttori nazionali sono impegnati a selezionare varietà che regalano profumi più intensi e caratteristici.
Fonte www.coldiretti.it

Enrico Vacca è il nuovo segretario generale della Fim Cisl Monza Brianza Lecco

Enrico Vacca
Enrico Vacca è il nuovo segretario generale della Fim Cisl Monza Brianza Lecco. È stato eletto dal consiglio generale che si è tenuto a oggi nell’oratorio San Giovanni Bosco a Renate alla presenza di Marco Bentivogli, segretario generale Fim Cisl, e di Rita Pavan, segretaria generale Cisl Monza Brianza Lecco.
Seregnese, 48 anni, dal 1994 al 2002 ha lavorato alla Shield, un’azienda che produceva connettori per elettrovalvole. Poi è stato distaccato dal sindacato dove è stato impegnato come operatore Fim di Milano, zona Sempione, Rho e Bollate. La sua elezione arriva dopo un periodo di circa un anno di reggenza della Fim Cisl Mbl da parte di Andrea Donegà, segretario generale della Fim Lombardia.
«Il mio obiettivo – spiega Enrico Vacca – è far riprendere il cammino alla Fim Cisl Mbl dopo qualche difficoltà organizzativa legata alla fusione tra la struttura di Monza e quella di Lecco. È un grande impegno perché il territorio brianzolo e quello lecchese sono tra i più importanti in Lombardia e in Italia. Qui il tessuto industriale metalmeccanico è ancora ricchissimo ed è composto da grandi realtà multinazionali come la St Microelectronics, la Agrati, la Fontana, ma anche da moltissime piccole e medie aziende. Una sfida importante per la nostra capacità di contrattare nell’interesse dei lavoratori. Cercheremo in tutti i modi di essere all’altezza delle grandi personalità che ci hanno preceduto su questo territorio e che hanno fatto la storia del sindacato in generale e della Fim Cisl in particolare».
Fonte www.monzalecco.cisl.it

1 8 9 10 11