Archivio Categorie: Cronaca

A Lecco è vietato dare da mangiare alle nutrie

Nutrie
Nutrie a dieta. E’ vietato dar loro da mangiare. Il Comune di Lecco ha sottoscritto un’ordinanza in cui vieta di dare pane e altro cibo alle nutrie.
Le colonie di nutrie, dislocate prevalentemente lungo la linea di costa del lago di Garlate fra il ponte Azzone Visconti e la località Rivabella, ogni giorno diventano sempre più popolose.
Per limitare il fenomeno, e contenere il proliferare delle nutrie, il Comune le mette a dieta, in previsione di applicare un progetto pilota di sterilizzazione delle femmine, che andrà poi ad affiancare il piano di controllo e contenimento che l’Amministrazione provinciale varerà in futuro.
Il Comune chiede collaborazione a tutti i cittadini, ribadendo che foraggiando le nutrie si può creare un massiccio concentramento di tali roditori in determinate zone, che facilita la loro riproduzione.

A Bosisio una nuova struttura turistico sportiva

Bosisio canoa club Foto
Il Canoa club Bosisio ha vinto la gara pubblica per avere in concessione dal Comune un’area sul lungolago nei pressi delle scuole medie, dove poter costruire la sua nuova sede. La struttura, che costerà al Canoa club oltre 100 mila euro, dovrà essere ceduta al Comune di Bosisio al termine della concessione. Il progetto è già stato approvato e i lavori inizieranno a giugno. Una nuova struttura per la valorizzazione del lago, dello sport e del nostro territorio.
Foto pagina Fb Progettiamo Bosisio insieme

Posizionato il nuovo ponte Anas di Annone

IMG-20190529-WA0016Posizionato il nuovo ponte Anas di Annone.
Il varo della struttura in acciaio, lunga 44 metri e del peso di circa 250 tonnellate,è stato fatto con l’utilizzo di tre gru di grandi dimensioni in grado di sollevare e movimentare strutture del peso di centinaia di tonnellate.
Il valore complessivo dei lavori di realizzazione del nuovo cavalcavia di Annone ammonta a circa 2 milioni di euro. La nuova infrastruttura è costituita da un’unica campata in acciaio ad alta resistenza, con soletta in calcestruzzo armato, appoggiata sulla parte inferiore di due travi laterali in acciaio. Grazie a questa modalità costruttiva sarà possibile realizzare un nuovo cavalcavia che assicuri una luce libera maggiore rispetto alla precedente e pienamente conforme alle norme, senza richiedere la realizzazione di una pila centrale nello spartitraffico e quindi riducendo al minimo l’interferenza con la circolazione stradale. La sezione stradale del nuovo ponte prevede, inoltre, la realizzazione di percorsi separati per ciclisti e pedoni, protetti da idonee barriere.
Prima di riaprire al transito il ponte ci vorrà però ancora tempo per completare tutte le opere di finitura.
Foto Anas.
IMG-20190529-WA0018
IMG-20190529-WA0020
IMG-20190529-WA0021
IMG-20190529-WA0022
IMG-20190529-WA0024

La Sala Assemblee di SILEA SpA intitolata alla memoria del primo presidente, Giovanni Fazzini

La seduta dell’Assemblea di coordinamento intercomunale dei comuni soci di SILEA SpA svoltasi martedì 16 Aprile è stato il contatto istituzionale in cui si è svolta la cerimonia di intitolazione della Sala assemblee di SILEA alla memoria di Giovanni Fazzini.
Una cerimonia molto sobria ma al tempo stesso particolarmente carica di commozione ed emozione, sottolineata dalla presenza della vedova, dei figli e del fratello, oltre che di una delegazione del comune di Premana.
Personaggio di primo piano del mondo politico ed amministrativo lecchese scomparso il 1° novembre dello scorso anno, Giovanni Fazzini era stata l’anima prima del Consorzio Intercomunale Eliminazione Rifiuti Solidi, costituitosi nel 1972, che aveva avviato la costruzione dell’impianto di termovalorizzazione di Valmadrera, e quindi aveva guidato nel 1995 la nascita di SILEA SpA come primo presidente.
La cerimonia, introdotta da Virginio Brivio, Sindaco di Lecco e presidente dell’Assemblea di coordinamento, ha visto l’intervento del presidente di SILEA SpA Mauro Colombo, che ha motivato la scelta di questa intitolazione con l’apporto determinante dato da Giovanni Fazzini alla nascita dell’azienda.
Successivamente è stata la volta del ricordo di Italo Bruseghini, che ha prima affiancato Fazzini nella guida del Consorzio e di SILEA e quindi ne è stato successore: “Se oggi esiste SILEA – ha affermato – e se questa società è divenuta l’importante realtà di servizio che rappresenta, il merito è stato soprattutto di Giovanni che ha dimostrato grande lungimiranza e che ha saputo dialogare, con grande pacatezza e capacità di ascolto, con tutti gli amministratori del nostro territorio. Giovanni Fazzini è un esempio per i giovani, un modello di cosa significhi fare politica con passione e per il bene comune”.
A nome del Comune di Premana è quindi intervenuto il vicesindaco Domenico Pomoni: “Maestro Giovanni o Giovannino: così tutti lo chiamavamo. E Giovanni è stato infatti un grande maestro di rettitudine, nella vita come in politica. Un uomo mite, preparato ed elegante: virtù che devono essere di stimolo per tutti noi amministratori pubblici perché sono indispensabili per approcciare ogni questione con pacatezza, eleganza e preparazione”.
Prima della scopertura della targa, è intervenuto anche il figlio Nicola: “Oggi sarebbe stato il compleanno di mio padre. Questa cerimonia, dunque, assume un valore ancora più grande perché testimonia la profonda vicinanza che gli amministratori pubblici del nostro territorio vivono ancora oggi nei confronti di mio padre. Il senso della comunità è l’esempio più grande che ci ha lasciato”.
IMG_9546
ùIMG_9548

Nuove tariffe per l’ingresso a Villa Monastero a Varenna

villa monasteroDal mese di marzo è aumentato il costo del biglietto d’ingresso a villa Monastero a Varenna.
Il biglietto per la Casa museo e il giardino botanico costa ora 9 euro per la tariffa intera e ridotto a 6 euro.
Chi decide di visitare il solo giardino spende 6 euro per il biglietto a tariffa intera e 4 euro per il ridotto.
La tariffa del biglietto cumulativo per la visita di villa Monastero e dei giardini della vicina villa Cipressi è 14 euro, il biglietto ridotto costa 9 euro.
Chi invece sceglie di visitare solo i due grandi giardini, ovvero quello di villa Monastero e quello di villa Cipressi spenderà 11 euro, per il ridotto si spenderanno invece 7 euro.
Le riduzioni sono previste per persone con più di 65 anni, gruppi composti da più di 10 persone, soci Touring club italiano, ragazzi dai 12 ai 18 anni, studenti dai 18 ai 24 anni.
L’ingresso è gratuito per bambini da 0 a 11 anni compiuti, persone diversamente abili e loro accompagnatori, tesserati Icom, possessori di abbonamento “Musei Lombardia Milano”, e per i residenti a Varenna.
In occasione di visite guidate per gruppi è possibile richiedere l’apertura straordinaria della Casa museo nei giorni di chiusura: in questo caso il biglietto di ingresso è di 12 euro a persona per un minimo di dieci persone.
Il giardino botanico a marzo è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17, e ad aprile potrà essere visitato tutti i giorni dalle 10 alle 18.30. A maggio, giugno, luglio e agosto aprirà invece dalle 10 alle 19.30.
La villa questo a marzo è aperta venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17, ad aprile da venerdì a domenica dalle 10 alle 18.30, a maggio il giovedì, venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19.30, a giugno e luglio da martedì a domenica e festivi dalle 10 alle 19.30, e ad agosto tutti i giorni dalle 10 alle 19.30.

In via Balicco a Lecco cambiano le regole viabilistiche

Da lunedì 18 marzo le limitazioni alla circolazione previste in via Balicco con la Zona a Traffico Limitato in vigore dalle 7 alle 20 subiranno delle modifiche: a fronte degli esiti del periodo di sperimentazione condotto durante la fase di chiusura per lavori del parcheggio di via Sassi, da lunedì a sabato la via riaprirà alla circolazione ordinaria, funzionale all’accesso dell’adiacente stazione ferroviaria, alle 15 anzichè alle 20 e con un limite di velocità di 30 km/h. Saranno consentite le operazioni di carico e scarico dei passeggeri, ma la sosta continuerà a non essere consentita (eccezion fatta per gli autorizzati negli spazi delimitati). Nessuna modifica per quanto riguarda la giornata di domenica, quando la ZTL continua a rimanere disattivata.
“Dopo il riordino del parcheggio di via Sassi e l’apertura del nuovo silos di via Grassi – spiega l’assessore alla viabilità del Comune di Lecco Corrado Valsecchi -, abbiamo pensato di consentire il transito in via Balicco dopo le 3 del pomeriggio, pensando al carico e allo scarico dei passeggeri, e fino al mattino seguente, quando alle 7 si riattiva il divieto e il relativo sistema di controllo della ZTL. Ci auguriamo che questa strada venga utilizzata per questo scopo, ovvero consentire alle persone più fragili e agli anziani di avvicinarsi all’ingresso della stazione ferroviaria e invitiamo pedoni e automobilisti a percorrerla con prudenza”.

Mercato di Lecco: cambiano gli orari del mercoledì

A partire dal mese di marzo il mercato di Lecco, il mercoledì, chiuderà alle ore 14, anziché alle ore 17. “Questa riduzione della finestra oraria di apertura pomeridiana infrasettimanale risponde alla richiesta formulata da gran parte degli espositori dell’area mercatale – spiega l’assessore allo sviluppo economico del Comune di Lecco Francesca Bonacina – e rappresenta il risultato di un confronto avviato già da tempo con le associazioni degli ambulanti, FIVA Confcommercio e ANVA Confesercenti in particolare”.
La questione è stata analizzata nella specifica Commissione per il Commercio su aree pubbliche e discussa sia con il concorso delle associazioni di categoria, sia con le associazioni di tutela dei consumatori partecipanti alla Commissione.
Restano invariati gli orari di apertura del mercato del sabato.

Premiati i negozi storici

Premiati negozi storici lecco (1)
Regione Lombardia ha assegnato i riconoscimenti ai negozi storici, ovvero le imprese ultracinquantenni del commercio lombardo.
Alla presenza dell’assessore regionale allo Sviluppo economico di Regione Lombardia Alessandro Mattinzoli, sono stati convocati 132 negozi storici lombardi. Fra queste attività commerciali “over 50 sono” stati premiati anche tre esercizi commerciali di Lecco: Corredo casa di via Roma; FP Arredamenti di Chiuso, in corso Bergamo: e la latteria Castelnuovo a Maggianico, in via Poncione.
Il riconoscimento regionale conferma il valore storico, sociale ed economico che questi negozi incarnano, avendo negli anni sempre garantito una presenza e un anche servizio importante, nonché rappresentando un anello di congiunzione e un motivo di continuità con il passato e con l’identità della nostra città, per un’evoluzione che non dimentica le sue origini. (Fonte Newsletter sindaco di Lecco)

Al via il censimento permanente della popolazione e delle abitazioni

Censimento_popolazione_2018
Cambia il censimento della popolazione e delle abitazioni svolto dall’Istituto nazionale di statistica (Istat): da decennale diventa annuale e per la prima volta interesserà soltanto un campione di famiglie del Comune di Lecco.l
In questi giorni è iniziato il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni curato da Istat, per rilevare le caratteristiche della popolazione e le sue condizioni sociali e economiche.
La strategia del censimento permanente è basata sull’integrazione di dati amministrativi e di dati derivanti da indagini statistiche a campione.
L’obiettivo è raccogliere informazioni ogni anno, ridurre i costi e i disagi ai cittadini. Proprio per questo il modello del censimento classico viene abbandonato.
Per la prima volta, il censimento assume quindi una cadenza annuale e non più decennale, coinvolgendo solo un campione delle famiglie italiane pari a un milione e 400 mila.
Il comune di Lecco è stato selezionato tra i comuni italiani che dovranno partecipare ogni anno dal 2018 e per i prossimi tre anni.
Sono circa 1500 le famiglie lecchesi interessate al censimento permanente che parteciperanno a una delle due diverse rilevazioni.
Rilevazione di area: si tratta di un rilievo di tipo territoriale, utile per verificare l’esistenza delle abitazioni e la correttezza dei numeri civici e dei nomi registrati sui campanelli. Le famiglie appartenenti al campione di indirizzi estratti saranno intervistate dai rilevatori incaricati ufficialmente dal Comune di Lecco, ben riconoscibili per il loro tesserino con foto fornito da Istat e per il tablet da usare per le verifiche.
Il periodo di rilevazione termina il 25 novembre .
Rilevazione da lista: interesserà un campione di famiglie estratte da Istat dall’elenco anagrafico del Comune di Lecco.
Le famiglie riceveranno una lettera informativa dal presidente Istat e potranno scegliere una delle seguenti modalità di risposta:
– compilare online il questionario, recarsi al Centro di rilevazione del Comune,avere un’ntervista telefonica svolta da un operatore comunale o un’intervista al proprio domicilio da parte di un rilevatore incaricato ufficialmente dal Comune.
Per informazioni sul censimento:
– Istat, numero verde 800 811 177, attivo fino al 20 dicembre dalle 9 alle 21
– Comune di Lecco: 0341 481.374 – 414 – 424.

Bosisio: il Comune ha realizzato i nuovi bagni pubblici a Precampel

Il Comune di Bosisio ha realizzato i nuovi bagni pubblici a Precampel. Un’innovazione attesa da tempo da tutti i fruitori della zona. La struttura moderna e più adeguata alla zona, ha sostituito le vecchie toilette in calcestruzzo, ormai vecchi.
Realizzato un bagno per uomo e uno per donna, di dimensioni standard; ed uno per diversamente abili, presente un fasciatoio per neonati.
Il costo per accedere ai serrvizi è di 50 centesimi: nel dispositivo si possono inserire monete, a partire da 5 centesimi.
Bosisio bagni

1 2 3 17