Archivio Categorie: Annone – Cesana

A Milano si scala il Palazzo Lombardia

Calate-a-Palazzo-Regione-Lombardia_7-Foto-Guide-Alpine-Lombardia
MILANO – Il 17 e il 18 dicembre a Milano torna l’appuntamento in piazza con le Guide Alpine della Lombardia. Dopo il successo delle due passate edizioni e per il terzo anno di fila, i professionisti della montagna porteranno l’alta quota in città con calate e arrampicate aperte a tutti. Le Guide saranno infatti protagoniste delle due giornate organizzate dall’Assessorato allo Sport e alle Politiche per i giovani per promuovere la cultura sportiva.
L’evento gratuito si svolgerà a Milano nella modernissima piazza coperta di Città di Lombardia, dove si trova il Palazzo della Regione. Insieme alle Guide Alpine i visitatori potranno sperimentare le emozionanti calate dai piani alti di Palazzo Lombardia, un’esperienza indimenticabile a cui l’anno scorso hanno partecipato oltre 800 persone, tra cui molti ragazzi.
Per chi volesse invece arrampicare, le Guide Alpine attrezzeranno una parete di 8 metri, su cui faranno scalare grandi e bambini e tutti coloro che vorranno provare a cimentarsi anche per la prima volta.
La parete d’arrampicata sarà operativa in entrambe le giornate dalle ore 10 alle ore 17.
Le calate invece si svolgeranno sabato 17 dalle 12 alle 17 e domenica 18 dalle 10 alle 17.
Ufficio stamap guide alpine Lombardia

I prodotti dei paesi terremotati in vendita on-line

Per la prima volta gli agricoltori e gli allevatori delle zone terremotate portano on line i propri prodotti salvati dal sisma, per consentire ai cittadini presenti su tutto il territorio nazionale di fare da casa acquisti sicuri per sostenere concretamente e direttamente la ripresa economica ed occupazionale dei territori colpiti dal sisma, senza cadere nel rischio di truffe e inganni che spesso si nascondono in rete. L’iniziativa è stata presentata dalla Coldiretti a cento giorni dall’inizio delle scosse nel centro di Roma nel mercato di Campagna Amica al Circo Massimo con le aziende agricole colpite nel Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo in occasione del primo shopping di Natale.
Una opportunità per oltre un italiano su tre (38%) che quest’anno per le festività di fine 2016, secondo le elaborazioni Coldiretti su dati Deloitte, effettuerà online i propri acquisti natalizi e che potrà adesso approfittare del web anche per fare solidarietà e sostenere così i produttori che non si rassegnano all’abbandono e vogliono ricominciare. Una percentuale di internauti in linea a quella europea del 40% ma che vede in Italia una maggior presenza di consumatori che prevedono di comprare tramite smartphone i regali da mettere sotto l’Albero (17% verso contro il 10% in Europa).
Con un semplice click è possibile ordinare on line dal sito http://www.campagnamica.it/ (accessibile anche da http://www.coldiretti.it/) tre diverse tipologie di cesti natalizi che raccolgono le specialità delle specifiche realtà regionali terremotate. L’indirizzo di tutte le aziende terremotate coinvolte nell’iniziativa è disponibile attraverso uno specifico banner con la possibilità – spiega la Coldiretti – di contattarle direttamente per fare acquisti personalizzati ad hoc, secondo le diverse esigenze.
I cesti con i prodotti terremotati sono per tutti i gusti e tutte le tasche con il più piccolo al prezzo di 30 euro con golosità che vanno tra l’altro dal pecorino di Leonessa al farro di Monteleone di Spoleto DOP fino alla schiacciata aquilana prodotta insieme ad altri salumi abruzzesi da Rinaldo D’Alessio storico produttore che ha subito diversi danni alle stalle, ma continua a prodigarsi per i suoi amati luoghi ritirando la maggior parte del latte ovino degli allevamenti colpiti dal sisma per continuare la sua pregiata produzione.
Fonte Coldiretti

Le bellezze lecchesi in mostra all’Artigiano in fiera a Milano

Provincia di Lecco, Comunità Montana Valsassina e Distretto turistico del Centro Lario (Varenna, Bellagio, Menaggio e Tremezzina) saranno presenti alla 21^ edizione di AF – L’Artigiano in Fiera, in programma da sabato 3 a domenica 11 dicembre dalle 10.00 alle 22.30 a FieraMilano – Rho Pero, in un’area istituzionale per promuovere il territorio.
In particolare, la Provincia di Lecco promuoverà Villa Monastero di Varenna con il nuovo servizio Wedding in Villa e metterà a disposizione materiale informativo sulle proposte paesaggistiche, escursionistiche, culturali e del tempo libero del territorio provinciale e del Lago di Como.
Inoltre verrà promosso San Pietro al Monte di Civate, recentemente riconosciuto dal Consiglio provinciale quale monumento simbolo del territorio provinciale per la storia secolare, le testimonianze di spiritualità, d’arte e di cultura, l’ammirevole sintesi delle peculiari caratteristiche a testimonianza dell’area, la sua eccezionale collocazione e visibilità.
Come ogni anno, la Provincia di Lecco completerà la sua attività di promozione con la tradizionale distribuzione di mele durante la festa di San Nicolò, Patrono della città di Lecco, in programma martedì 6 dicembre, alla presenza del Consigliere provinciale delegato al Turismo Ugo Panzeri.

INFORMAZIONI UTILI
Sito internet: www.artigianoinfiera.it
Indirizzo: FieraMilano – Rho Pero – Strada Statale del Sempione 28, Rho (MI)

Stand: Padiglione 4 – corsia L – 141

Date e orari
Da sabato 4 a domenica 11 dicembre dalle 10.00 alle 22.30

Come arrivare:
In auto da Lecco e dalla Brianza: tangenziale Nord in direzione Malpensa, prendere la Super Strada 46 Rho-Monza fino all’uscita FIERAMILANO.
In treno da Monza, Como e Lecco: treno FS fino a Milano Porta Garibaldi. Cambiare e prendere il Passante ferroviario Linea S5 o S6 direttamente fino alla fermata RHO FIERAMILANO.
In metropolitana: linea MM1, fermata Rho-MilanoFiera

A Lecco la mostra dei presepi

L’associazione italiana Amici del presepio in collaborazione con il Comune di Lecco, organizza a la mostra di presepi e diorami.
L’esposizione resta allestita a palazzo delle Paure, in piazza XX Settembre, fino al 15 gennaio.
Tra i presepi esposti spicca quello ambientato sul lago di Como, realizzato dai soci presepisti della sede di Lecco ed esposto a Bergamo in occasione del ventesimo congresso internazionale dei presepisti; si potrà inoltre ammirare una raccolta di cartoline e santini dedicati al tema del Natale.
La mostra rimarrà aperta fino al 15 gennaio, con ingresso al costo speciale di 2 euro, il biglietto è valido per l’accesso alla sola esposizione dei presepi. Per informazioni contattare il numero 0341/481247.

L’1 dicembre a Calolziocorte un convegno su turismo e sistemi WebGIS

convegno
Non prendete impegni per giovedì 1 dicembre 2016: al Monastero di Santa Maria del Lavello a Calolziocorte potrete scoprire come l’Oriente abbia influenzato l’arte di Leonardo da Vinci, cosa sia l’itinerario trans-europeo Cloister Route, come i sistemi WebGIS possano migliorare il turismo in un’area e molto molto altro!
Una serie di ospiti si susseguiranno intervenendo sui diversi temi di giornata, che potete leggere meglio nella locandina a fondo pagina. Qui l’elenco degli ospiti che interverranno:
Dott.ssa Antonietta Pignatelli, giornalista e autrice del libro “Gioconda’s Smile Made In China”
Dott. Raffaele Straniero, Consigliere di Regione Lombardia
Dott. Graziano Morganti, componente del C.d.A. della Fondazione Monastero di Santa Maria del Lavello
Prof. Edo Bricchetti, architetto e umanista, progettista di numerosi ecomusei
Prof. Francesco Mazzola, esperto progettista di complessi religiosi
Arch. Alberto Capitanio, esperto progettista di riqualificazione ambientali e urbana
Ing. Giorgio Meroni, professionista nella creazione di GIS e Sistemi Informativi Territoriali
Arch. Piergiorgio De Flumeri, progettista di grandi opere in Italia e all’estero

Attenzione: Per poter partecipare al seminario occorre mandare una mail a gpsbrianza@gmail.com con oggetto “Iscrizione seminario Monastero del Lavello”

La Cloister Route è un itinerario culturale-religioso internazionale che interessa i territori della provincia di Lecco, di Güssing in Austria, di Leipzig in Germania e ha come scopo quello di raccontare la storia e l’identità europea a partire dal recupero delle comuni radici culturali. Il punto di partenza e il principale riferimento tematico della Cloister Route in provincia di Lecco è il complesso monastico Santa Maria del Lavello, uno dei monumenti più significativi per la storia locale e per le tradizioni religiose del territorio.

La via della seta: via della conoscenza…via della giocondità

L’intervento della Dott.ssa Pignatelli andrà a richiamare i temi del suo ultimo libro “Gioconda’s Smile Made in China” nel quale si esplorano le figure magiche dell’arte orientale che influenzarono Leonardo da Vinci secoli fa, raccontando le opportunità create dalla nuova Via della Seta nei rapporti italo-cinesi.

…E molto altro!

Nella prima parte della mattinata si parlerà soprattutto di argomenti riguardanti gli ambiti dell’arte e della religione, per poi virare sul turismo, tema d’attualità per il circondario di Lecco che vuole cercare di diventare un polo fortemente attrattivo all’interno del panorama italiano.

Seguirà un buffet offerto gentilmente da “La Bottega dei Sapori” di Oggiono e “Lumache della Brianza” di Lambrugo, che delizieranno con i loro prodotti tutti i partecipanti al convegno.

Nel pomeriggio si proseguirà con una visita della struttura, oltre che della mostra “Water Pathways From Italy to China” della pittrice Serenella Oprandi, ospite per tutta la settimana del complesso. Si invita quindi a visitare il Monastero del Lavello per tutta la settimana, dato che ogni sera saranno proiettati giochi di luce sull’intera facciata.

Il giorno seguente

Il giorno dopo il convegno, venerdi 2 dicembre, Derrik De Cherhove e Maria Pia Rossignoud presenteranno al Monastero del Lavello “Dalla felicità urbana a Soveria Mannelli alla Giocondità urbana sulla via della Cloister Route in preparazione della giornata internazionale della felicità”

Nel lecchese capitano più di due incidenti stradali gravi al giorno

tabella incidenti
Due incidenti stradali in media al giorno, con lesioni a persone. Sono 916 i sinistri capitati lo scorso anno nel lecchese.
Tredici le persone morte e 1.209 feriti. Questo quanto riportato nel dossier del Centro regionale di monitoraggio della sicurezza stradale, che ha pubblicato i dati sugli incidenti stradali del 2015.
Rispetto al 2014, il numero di incidenti stradali è diminuito del 3%, quello dei feriti è diminuito del 6,4%.
Nel 2015, in Lombardia, si sono registrati 32.774 incidenti stradali con lesioni alle persone, che hanno causato 478 morti e 45.203 feriti. In pratica ogni giorno, durante il 2015, in media ci sono stati 90 incidenti stradali con lesioni a persone.
In Lombardia sono stati 198 i decessi tra conducenti e passeggeri di autovetture, seguono i motociclisti con 107 morti, sono 82 i pedoni morti, e 50 i ciclisti vittime di incidenti.

Affido condiviso del cane: un’importante sentenza

E’ importante e innovativa la sentenza con cui il Tribunale di Roma ha deciso per l’affido condiviso di Spot, un cagnolino di nove anni conteso da due ex conviventi passati alle vie legali. Lo afferma, in una nota di commento, l’onorevole Michela Vittoria Brambilla, autrice di una proposta di legge sull’affido degli animali di affezione in caso di separazione dei coniugi.
“Innanzitutto – osserva l’ex ministro – la sentenza ha il pregio di rilevare l’assenza nel nostro ordinamento di una norma che disciplini l’affidamento dell’animale domestico quando la coppia si scioglie. Inoltre accoglie il principio ispiratore della mia proposta, cioè l’analogia con la formula dell’affido condiviso utilizzata per i minori e, com’è giusto, non fa distinzione tra coppie sposate e coppie conviventi, anche perché il sentimento che lega le persone all’animale, e viceversa, prescinde totalmente dal regime giuridico della coppia in crisi. Nel complesso la decisione individua correttamente il bene da tutelare, cioè il benessere dell’animale, non più concepito come semplice “oggetto” da assegnare all’uno o all’altro dei contendenti, ma quale essere senziente portatore di diritti. E’ esattamente su questa strada – sottolinea l’ex ministro – che governo e Parlamento dovrebbero mettersi, per modernizzare la Costituzione e i codici e superare definitivamente concetti riduttivi della soggettività degli animali. Purtroppo i segnali provenienti dall’esecutivo dicono tutt’altro. Ma né la sottoscritta né i milioni di italiani che vogliono veder rispettati i diritti degli animali intendono rinunciare al sogno di un diverso, e più moderno, status giuridico per gli animali”.

1 2 3 4 22